Tempo di lettura: 2 minuti

"Genio-della-Lampada"Predisporre i bambini all’ascolto della musica, ‘educarli’ sin da piccoli perché saranno il pubblico di domani.
Questo è l’intento che la Fondazione Petruzzelli di Bari si prefigge per la stagione dedicata ai più giovani della quale fa parte la nuova produzione ‘Aladino e la sua lampada’.

Commissionata al maestro Nicola Scardicchio che ne ha composto musiche e versi, l’opera ha la regia di Marinella Anaclerio che ne ha curato dialoghi e drammaturgia.

“Ho provato a dare una ‘tinta’ all’opera –ha affermato il maestro Scardicchio durante la conferenza di presentazione- che potesse ricondurre ad una idea di Oriente che tutti abbiamo in mente. La grandezza dell’Aladino di Rota è ineguagliabile, ho cercato in un certo senso di ‘obbedire’ al maestro ma distaccandomi, provando a creare qualcosa che piaccia a me così da poter poi, almeno spero, agli altri”.

“Raccontare la storia di Aladino è raccontare un percorso di iniziazione e crescita – spiega la regista Anaclerio- è una favola di formazione. Ho, quindi, cercato di restituire l’essenza originale della favola cercando di far emergere alcuni dettagli presenti nell’originale che sono sconosciuti ai più o che non vengono considerati in altre versioni”.

A dirigere l’orchestra del Teatro Petruzzelli sarà il maestro Alvise Casellati, considerato uno dei talenti emergenti degli ultimi anni e direttore del Teatro Carlo Felice di Genova, sarà affiancato dal maestro Fabrizio Cassi che dirige il Coro. A firmare le scene è Francesco Arrivo, il disegno luci è, invece, di Peppino Ruggeri. "Francesco-Arrivo---Aladino---Teatro-Petruzzelli-2017---Casa-Aladino-Esterno-largo"

“L’Aladino è una straordinaria esperienza –afferma il maestro Casellati- una produzione unica che sarà apprezzata anche dagli adulti che saranno conquistati dalle atmosfere dell’opera”.

A dar vita allo spettacolo saranno Andrea Inglese (Aladino), Alberto Comes (Mago/Sultano), Patrizia Labianca (Madre di Aladino), Tony Marzolla (Gran Visir/Genio della Lampada), Antonella Carone (Principessa Budur), Carlo Callea (Mohammed), Maria Giaquinto (Fruttivendola/Sultana), Loris Leoci (Banditore), Marco Altini (Genio dell’Anello/Guardia), Dino Parrotta (Messo/Guardia).

‘Aladino e la sua lampada’ è la terza produzione commissionata dalla Fondazione Petruzzelli. Dopo ‘Il giovane Artù’ presentato nel 2014 con musiche di Nicola Scardicchio, libretto di Teresa Petruzzelli e regia di Marinella Anaclerio e ‘Cenerentola’, andata in scena nel 2016 con musiche di Cristian Carrara e libretto e regia di Maria Grazia Pani, la nuova produzione si propone, ancora una volta, di coinvolgere il giovane pubblico e non solo.

Lo spettacolo andrà in scena con due turni al mattino per le scuole (alle 10.00 ed alle 11.30) e una recita aperta a tutti con biglietto a 5 euro sabato 1 aprile alle 17.