Tempo di lettura: 2 minuti

"chef-hiro-240x300"Quale migliore accompagnatore per un viaggio alla scoperta dell’anima del Giappone rispetto a chef Hiro, l’ambasciatore in Italia della tradizione gastronomica del Sol Levante, protagonista di svariate trasmissioni televisive tra cui spiccano La prova del cuoco su Rai 1 e Ciao, sono Hiro su Gambero Rosso Channel, format dal quale è stato anche tratto l’omonimo, fortunatissitokmo libro di ricette?

Il legame tra l’Italia e chef Hiro si radica fin nei suoi anni di formazione. Specializzato in cucina italiana, europea e internazionale, Hiro dai 19 ai 29 anni ha lavorato in patria nell’alta ristorazione come capo chef di locali italiani, per poi trasferirsi nel nostro paese nel 2006.

Lo stesso stile gastronomico di chef Hiro costituisce un ponte, una fusione tra Italia e Giappone: ricette di estrazione storica e culturale orientale, rilette alla luce delle tendenze internazionali e realizzate attraverso gli ingredienti tipici della dieta mediterranea, con un’attenzione particolare alla freschezza della materia prima, rigorosamente naturale e biologica. Nella filosofia alimentare della “purezza dei cibi” professata da chef Hiro si incontrano il carattere quasi ieratico dell’identità culinaria asiatica e la semplicità calorosa del nostro patrimonio di piatti e preparati. Come ha avuto modo di dire Hiro, “io amo la cucina italiana come quella giapponese, sembrano distanti e diverse, ma in fondo sono molto simili nella loro ritualità familiare, nel loro essere gesto di amore, di conforto, di condivisione, di piacere”.

Il viaggio in Giappone con chef Hiro con partenza dall’Italia il 12 agosto e rientro il 23, recupererà questa dimensione di incontro e compenetrazione, dando la possibilità ai partecipanti di vivere da autentici abitanti del luogo una tradizione millenaria di usi, costumi e spiritualità, in compagnia di uno special guest davvero eccezionale. Oltre alla visita della città di Tokyo, Kamakura (in concomitanza, peraltro, del suggestivo Obon Festival, ricorrenza buddhista legata al culto dei defunti), Takayama, Kanazawa, Kyoto e Nara, con i relativi capolavori di architettura sacra (per cui vedi il programma), vanno segnalate le tre cooking class che saranno tenute da chef Hiro:

– a Tokyo si esplorerà Tsukiji, il più grande mercato del pesce al mondo, e tra le grida dei banditori d’aste di tonni giganti Hiro sceglierà le varietà ittiche per la prima lezione di cucina, ricca di sorprese che non si limitano al solito sushi;

– a Takayama, dopo una passeggiata nel pittoresco mercato ricavato tra le abitazioni in legno del centro storico, si sperimenteranno pietanze a base di una specialità di queste valli, la carne bovina;

– a Kyoto, la città sacra dei mille templi, ci si inebrierà dei profumini dello street food di Nishiki Market, spunto per l’ultima seduta di cooking class con chef Hiro.