Tempo di lettura: 2 minuti

"nm"Per festeggiare in maniera adeguata i suoi quarant’anni di attività (iniziata con una sua personale a Gioia del Colle nel 1976), Nicola Morea si rimette in gioco con una mostra singolare: RADICI…..VICINE E LONTANE .

L’artista prende spunto da quelli che, secondo lui, sono i capisaldi della storia più o meno recente della Puglia. Alle pareti Menhir, Dolmen, i segni dei trulli, le stele daunie, i graffiti di Porto Badisco,  il mare e la murgia,  gli insediamenti rupestri delle gravine. A fare da contraltare a questa personale visione delle sue e nostre radici, Morea volge lo sguardo al cielo proponendo una serie nutrita di ‘paesaggi stellari’  che rimandano l’autore – come ben evidenzia la storica dell’arte Valeria Nardulli che presenterà la mostra – verso l’indagine filosofica della panspermia (teoria che ipotizza, a partire da Anassagora, che i segni della vita siano giunti sulla Terra dallo spazio.)

Le tecniche di cui Morea si serve per dare vita a queste opere sono particolarmente ricercate. L’autore lavora ‘ in piano ‘ con dei materiali che si dispongono in forme apparentemente casuali ma non indipendenti dalla sua volontà e gestualità comunque legata all’action painting. E, per concludere degnamente la mostra, Morea ci ha voluto fornire, servendosi in questo caso della ‘Computer Art’,  la sua personale interpretazione dei segni zodiacali coloristicamente contraddistinti a seconda che si tratti di segni di Fuoco – Terra – Aria o Acqua .

La mostra, inaugurata sabato 10 dicembre, si concluderà l’8 gennaio 2017.

ASSOCIAZIONE CULTURALE APULIARTE

VIA S. ANTONIO , 6 – FASANO

ORARI:    17.00 – 20.30 – festivi per appuntamento

Infotel: 3395296074 – 3382260771