Tempo di lettura: 1 minuto

"tt"Parlano del saper fare che affonda le radici nella cultura centenaria artigiana italiana, di campioni nella vita e nello sport, di community che partono dal digitale per aggregare in un contesto fisico e reale con un concerto da guinness dei primati, di una radiologa che dopo la diagnosi di linfoma di Hodgkin coinvolge migliaia di utenti e realizza con il crowdfunding una app per orientare i pazienti oncologici nel percorso di cure. Così i vincitori della nona edizione del Premio Teletopi mostrano tutta la forza della videonarrazione in rete.

 

I vincitori dell’edizione 2016

La premiazione si è svolta venerdì 2 dicembre in una giornata di formazione all’Università di Bologna. Vincono i Teletopi 2016: per la categoria brand/PMI il saper fare artigiano del violinaio cremonese Valerio Ferron, per la categoria community l’impresa da guinness dei primati di That’s Live di Rockin’1000, per la categoria ONG/sociale la storia della app H-maps creata dalla radiologa Laura Rossi per orientare i pazienti nel percorso di cura, per la categoria news/editori le storie da campioni nella vita e nello sport di Made in Italy di Repubblica TV. Menzioni speciali alla video-esperienza 360 di Gomorra e al canale YouTube per bambini con più views in Europa dello Zecchino d’Oro. Voto del pubblico in sala alla storia d’amore e di conti Amore e Partita IVA della startup Fatture in Cloud.