Tempo di lettura: 2 minuti

"gl"Un connubio unico di espressioni artistiche: questo era lo scopo di Gerardo Leone, titolare dell’omonima agenzia di commercializzazione di eccellenze enogastronomiche, quando, nella cornice del Castello di Conversano, ha deciso di organizzare uno degli appuntamenti enogastronomici più importanti del 2016.

Gerardo Leone, uomo d’altri tempi, appassionato d’arte, di cultura, del buon bere e del buon cibo, da sempre insegue, ricerca e propone ai suoi clienti prodotti d’eccellenza mondiale. La sua mission è volta ad una continua indagine sul territorio che lo porta a valorizzare la qualità del prodotto coltivando, insieme, l’arte del saperlo produrre.

Non poteva che essere un uomo come lui a cogliere l’opportunità di far apprezzare, oltre"gl3" che l’arte enogastronomica, anche quella pittorica del noto artista e scrittore Giorgio de Chirico, regalando un’occasione ghiotta a tutto tondo agli intenditori invitati ed intervenuti all’iniziativa "Tra vino e arte". Nulla è stato lasciato al caso per un evento curato sin nei minimi dettagli, dalla location agli chef che si sono alternati ai fornelli. L’iniziativa ha beneficiato, infatti, dell’arte culinaria di Maria Cicorella, chef del Ristorante Pashà di Conversano, Cosimo Russo, chef del Ristorante Aqua di Porto Cesareo ed infine Gaetano Servidio, chef del Ristorante Menelao a Santa Chiara.

"gl2"Una squadra di maestri della gastronomia composta da cuochi tutti pugliesi che hanno proposto, però, ricette che non solo rivolgevano uno sguardo alla loro amata Puglia, ma anche al mondo. Così come è valso per i vini e i distillati Bucci, Lis Neris, Valentina Passalacqua, Berta, Real Group, giusto per citare una parte dei tanti espositori.

"Tra vino e arte" è stato un tripudio di belle emozioni, sapori e profumi. L’augurio è che sia stato solo l’inizio di tanti eventi enogastronomici organizzati da Leone, in cui la cultura, così come l’arte, possano andare sempre più a braccetto.

 

Foto di: Vito Gallo