Tempo di lettura: 2 minuti

"uk"Se non avete mai partecipato ad una gita paesologica urbana potrete provarci domenica 9 ottobre a Bitonto. L’appuntamento è alle 13:00 davanti al Torrione Angioino muniti di scarpe comode e pranzo al sacco. Oltre a cibo e cioccolata fondente, si potrà portare di tutto: strumenti musicali, libri, poesie, amuleti o anche solo la voglia di cantare. Ci farà da guida percettiva lo scrittore e regista Franco Arminio, un paesologo, come lui stesso ama definirsi.

Dopo aver costituito quella che Arminio chiama una piccola comunità provvisoria, proveremo a osservare con l’enfasi del guardare. Tra le tappe della gita organizzata con la complicità del bitontino Marino Pagano, visiteremo la mostra La Gioia del Creato di quadri di Umberto Kühtz al Torrione, il Museo Archeologico e mostra di carte datate fra il XVI e il XIX sec del bibliofilo Vincenzo Luisi curata da Nicola Pice, e palazzi normalmente chiusi al pubblico. Si prevede l’arrivo al Teatro Traetta per le 17:30, dove sono in programma una conversazione su poesia e bellezza, un estratto dello spettacolo Odio le ragioniere di Claudia Fofi con la partecipazione di Silvana Kuhtz, e Immergersi, una performance di danza con i ballerini di Associazione Culturale Tina Clemente e The Dance Valley le cui coreografie prendono spunto da alcuni dipinti di Umberto Kühtz.

L’iniziativa di domenica si inserisce ne La Gioia del Creato, la mostra del poeta e pittore Umberto Kühtz, sindaco di Bitonto dal 94 al 98 e recentemente scomparso, inaugurata una settimana fa e che si concluderà il 31 ottobre prossimo. La mostra, voluta dalla figlia dell’artista, Silvana Kühtz, è stata pensata e organizzata anche grazie alla perseveranza e alla cura di Biagio Lieti, che ha catalogato pazientemente tutte le opere dell’artista. Quelle in mostra a Bitonto, sono infatti solo una piccola parte dell’immenso repertorio di opere grafiche e pittoriche firmate da Umberto Kühtz. La Gioia del Creato è una piccola rassegna d’arte per la società, caratterizzata da molti altri interventi di vitalità urbana, come la realizzazione di un muro dipinto da uno street artist di levatura internazionale e laboratori per disabili. L’intera manifestazione, che gode del patrocinio del Comune di Bitonto – Assessorato alla Cultura e al Welfare – è stata pensata e voluta da Poesia in Azione dell’associazione culturale Leggo quando voglio di Bari, con Pigment Workroom e Fractal studioBitontoTV è media partner dell’iniziativa.

Sono eventi liberi e gratuiti ma per motivi organizzativi è necessario segnalare la propria partecipazione alla mail info@poesiainazione.it