Tempo di lettura: 2 minuti

"ve2"La nave scuola Amerigo Vespucci, dopo un lungo periodo di sosta per importanti lavorazioni di ammodernamento, sabato 7 maggio arriverà a Bari, seconda tappa della Campagna Navale organizzata in occasione dell’85° anniversario dell’unità.

Alle ore 15.00, terminata la manovra di ormeggio presso il molo Terminal Crociere, il comandante del Vespucci capitano di vascello Curzio Pacifici, terrà una conferenza stampa da bordo del veliero. Per l’occasione, sulla nave più ricca di storia della Marina Militare, che recentemente è stata nominata ambasciatrice di Roma2024, saranno presenti le principali autorità locali e un rappresentante del Comitato Roma2024. Durante la conferenza stampa sarà presentato il programma della sosta, prevista fino alla mattina del 9 maggio, e si parlerà delle importanti collaborazioni esterne sviluppate dalla Marina Militare, nonché della designazione del capoluogo pugliese ad ospitare gli incontri di calcio legati alla candidatura di Roma per le Olimpiadi del 2024.

Nave Vespucci sarà aperta alle visite della popolazione già dal pomeriggio del 7 maggio, dalle 16.30 alle 18.30 e dalle 20.00 alle 21.30, mentre domenica 8 maggio sarà possibile salire a bordo dalle 14.30 alle 18.00 e dalle 20.00 alle 21.30. Lungo il percorso, oltre ad ammirare lo splendore del veliero, i visitatori potranno seguire una mostra fotografica"ve" sulla Grande Guerra e assistere alla conferenza “Il ruolo del potere marittimo nella Grande Guerra – Lo sbarramento del Canale d’Otranto” a cura dell’Ufficio Storico della Marina Militare.

La popolazione, nell’attesa di salire a bordo del prestigioso veliero, durante l’intera sosta potrà avere libero accesso agli stand promozionali della Marina Militare, della Brigata Marina San Marco e dei partner della Campagna navale dell’85° anno di Nave Vespucci, tra cui WWF Italia, Telethon, SIIA e Roma 2024, allestiti per l’occasione presso il molo Terminal Crociere.

La mattina del 9 maggio, prima della partenza verso Trieste, a bordo del Vespucci saranno presentati i progetti ambientali di Marevivo, Università di Bari, CNR e Conisma.