Tempo di lettura: 4 minuti

"f"È stato presentato ieri mattina, nella sala conferenze del Palazzo della Rai in Corso Sempione 27, il Festival della Comunicazione in programma a Camogli dall’8 all’11 settembre 2016.

Dopo le prime due edizioni e per quattro giorni la cittadina ligure diventa il faro culturale italiano con un appuntamento tra i più apprezzati del Bel Paese. Sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, in collaborazione con la Regione Liguria, organizzata dal Comune di Camogli e da Frame, la manifestazione ideata e diretta da Rosangela Bonsignorio e Danco Singer prevede un ricco calendario di appuntamenti anche per il 2016. Incontri, laboratori, spettacoli, mostre, escursioni e ben 120 ospiti tra i più importanti e conosciuti del mondo della comunicazione, della letteratura, della scienza e delle imprese senza dimenticare medicina, psicologia, arte, diritto, filosofia e social network.

Tema cardine di questo terzo appuntamento è il titolo delle lectio Pro e contro il web di Umberto Eco. Al famoso e compianto semiologo, scomparso lo scorso febbraio, è dedicato il Festival della Comunicazione a cui Eco non ha fatto mancare il suo importante contributo nei primi due anni di vita della manifestazione. Per l’occasione sarà inaugurata la mostra di Tullio Pericoli Quanti ritratti, caro Umbertoche raccoglie disegni, schizzi, giochi e scambi di ritratti e lettere, testimonianza della grande e lunga amicizia che ha legato l’artista al filosofo e scrittore."f3"

Novità del 2016 è il Premio Comunicazione assegnato a Roberto Benigni personalità a cui viene riconosciuto l’indubbio e rilevante apporto dato al mondo della cultura. Sette sono le macro aree intorno alle quali si snoda il tema del web: web e scrittura, web e scienze, web arte e spettacolo, web e comunicazione, web e imprese, web e cultura digitale, web e diritti. Tra i tantissimi ospiti, Donato Carrisi, Andrea De Carlo, Paolo Giordano, Aldo Cazzullo, Massimo Gramellini, Piero Angela, Paolo Crepet, Samantha Cristoforetti, Claudio Bisio, Roberto Cotroneo, Gad Lerner, Cinzia Leone, Mario Calabresi,  Ferruccio de Bortoli, Aldo Grasso, Michele Serra, Beppe Severgnini, Marco Travaglio, Luca Casaura, Evelina Christillin, Antonio Prudenzano, Monica Maggioni, Salvatore Aranzulla, Paolo Scotto di Castelbianco, Dario Franceschi e tanti altri ancora.

Oltre alla già citata mostra di Tullio Pericoli sarà presentata anche un’ampia selezione di opere della Collezione Remotti mentre nelle giornate di giovedì, venerdì e sabato spazio a teatro e musica con “Parole e musica” e “Amleto”. Per gli appassionati di film invece spazio alle serate di cinema sotto le stelle.

Non vi basta? Allora segnate in agenda anche il contest su Twitter “Dall’aforisma al tweet” che celebra i 70 anni di Longanesi chiedendo al pubblico della rete di provare a competere con il giornalista ed editore contando su due soli elementi: sagacia e brevità.

"f4"Al Festival della Comunicazione c’è spazio davvero per tutti. Particolare attenzione è rivolta alle fasce d’età più giovani a cui sono dedicati laboratori, workshop e attività che mirano ad incentivare l’interesse per la letteratura e le scienze passando per la tecnologia e con un occhio attento alla formazione. Laboratori di realtà virtuale, analisi dei grandi classici scritti nell’era di internet, apprendimento attraverso l’uso delle nuove tecnologie, officine robotiche e un viaggio negli abissi del mar ligure grazie ai Cardboard VR ovvero visiori di realtà virtuale. Inoltre anche per il 2016 tornano le escursioni sul Monte di Portofino e in mare aperto per avvistare i cetacei con la possibilità, per la prima volta, di un giro in barca in notturna.

Infine non vanno dimenticati i nomi dell’eccellenza italiana che collaborano all’organizzazione del festival: Istituto Italiano di Tecnologia di Genova, Ente Parco di Portofino, Area Marina Protetta di Portofino, Talenti Garden di Genova, Università degli Studi di Genova, Gruppo editoriale Mauri Spagnol e FME Education."f5"

Media partnership importanti contribuiscono al risalto della manifestazione: RAI, TGR, RAI Cultura, RAI News 24, La Repubblica, La Stampa, Il Secolo XIX, Twitter Italia, Facebook Italia, Illibraio.it.

Se vi state chiedendo quali sono i costi sappiate che tutte le iniziative sono gratuite e aperte al pubblico fino a esaurimento posti. Sarà possibile prenotare l’accesso agli eventi solo online e a partire dalla fine di agosto.

Quello che vi abbiamo raccontato è solo una parte di tutto ciò che vi aspetta al Festival della Comunicazione. Resta solo una cosa da aggiungere: ci vediamo a Camogli.