Tempo di lettura: 2 minuti

"pb"Torna il Premio Biol e per la ventunesima edizione, con lo slogan "Evo Always Healthy: extravergine sempre sano", la manifestazione-concorso che pone a confronto in Puglia i migliori oli biologici dei vari continenti si terrà a Lecce, dal 18 al 21 marzo, al museo storico (Must) della città. La manifestazione è stata presentata in conferenza stampa a Bari dal coordinatore del Biol, Nino Paparella, alla presenza dell’assessore regionale della Puglia alle Risorse agroalimentari, Leonardo Di Gioia, e del presidente della Camera di Commercio di Bari, Alessandro Ambrosi.

"Dopo le ultime edizioni andriesi e baresi, la scelta di Lecce è un chiaro segnale: il mondo dell’olivicoltura bio – ha spiegato Paparella – riaccende i suoi fari proprio sul Salento, epicentro del caso Xylella, lanciando il messaggio ‘Evo always healthy’. Dunque, la qualità del prodotto resta indiscutibile, e non è minimamente intaccata dal batterio killer". Quest’anno – è emerso nell’incontro – saranno più di 400 gli oli in gara, provenienti da 16 Paesi: Albania, Arabia, Argentina, Austria, Croazia, Germania, Grecia, Israele, Italia (in particolare, concorrono un centinaio di oli pugliesi, una ventina dei quali salentini), Libano, Portogallo, Slovenia, Spagna, Tunisia, Turchia e Usa. La giuria internazionale, formata da esperti provenienti da 11 Paesi, assegnerà diversi riconoscimenti: il ‘Premio Biol‘ al miglior extravergine bio dell’annata; il ‘BiolPack‘ per il miglior packaging, ossia il confezionamento di prodotto con il migliore design e l’etichettatura più chiara."pb2"

Tra gli altri riconoscimenti territoriali e tematici c’è il ‘BiolKids‘, premio e progetto avviato negli ultimi anni, che mira a educare le giovani generazioni a riconoscere l’olio di qualità, l’agricoltura bio e la corretta alimentazione. Quest’anno ha coinvolto, in sette regioni, oltre 1.300 ragazzi di quarte e quinte classi di 27 scuole primarie italiane: 14 nelle sei province pugliesi, il resto dislocate in Calabria, Campania, Lazio, Sardegna, Emilia Romagna e Liguria. Il Premio Biol è patrocinato da Ministero delle Politiche Agricole, Comune di Lecce, Ifoam, AgribioMediterraneo, Associazione BiolItalia e Consorzio Puglia Natura.