Tempo di lettura: 2 minuti

"giov"Sabato 12 marzo all’Auditorium della Chiesa del Redentore di Bari, l’associazione Pietra su Pietra presenta “I Giovedì della Signora Bianca”, l’ultimo spettacolo diretto e sceneggiato da Adele Dentice tratto da un romanzo di sua stessa paternità la cui uscita è prevista entro l’anno.

Gli spettatori sono invitati ad accomodarsi nel salotto della Signora Bianca per partecipare alle conversazioni e ai pettegolezzi della cerchia di conoscenti della benestante padrona di casa. Ad essere portati in scena sono le tipiche dinamiche di un paesino del sud Italia immortalato tra gli anni ’50 e gli anni ’60, una piccola realtà urbana come tante in cui il confine tra dimensione privata e dimensione pubblica diventa assai sottile. Protagonista dello spettacolo è la società borghese, cristallizzata nelle sue logiche e nei suoi modi di fare perbenisti atti a nascondere intrighi e giochi di potere.

La Dentice riconferma la sua peculiare cifra stilistica incline a soffermarsi su personaggi bivalenti contesi, in questo caso, tra l’immagine fittizia che restituiscono all’esterno – per preservare il loro status agli occhi dell’opinione pubblica – e l’immagine autentica e meno edificante che invano cercano di tener nascosta tra le mura di casa. Sul palcoscenico i vizi"giov2" di una classe borghese ipocrita e fragile, ingabbiata nei ruoli sociali da essa stessa creati e che assumono le maschere della galleria di personaggi delineati dalla Dentice: la donna che crede di potersi affermare solo in virtù dello statuto di moglie e madre, il giudice cinico e doppiogiochista che farebbe di tutto per preservare le apparenze, la fervente religiosa angosciata dal futuro delle sue figlie, l’anarchico in cerca di se stesso che si illude di essere estraneo alle dinamiche della sua classe sociale, il sacerdote che condanna i vizi da cui è egli stesso soggiogato. Una realtà che, pur contestualizzata nel tessuto storico di una cinquantina d’anni fa, non sembra poi così diversa da quella di oggi, restituendo al pubblico quel “fascino discreto della borghesia” che, attraverso le sue contraddizioni e paradossi, da Buñuel alla Dentice continua ancora oggi ad essere un interessante oggetto di riflessione per il cinema e per il teatro.

 

"giov3"“I GIOVEDì DELLA SIGNORA BIANCA”

Sabato 12 marzo ore 20:30

Auditorium Chiesa Redentore, Bari

Scritto e diretto da: Adele Dentice

Interpreti: Angela Borromeo, Tiziana Basili, Lorenzo Vicenti

Voce narrante: Annarita Tatone

Musiche originali di: Enrico Caruso

Biglietti: 7,00 euro

Info e prenotazioni: Facebook www.facebook.com/events/1709494489322848 – Cell. 393 1767941