Tempo di lettura: 3 minuti

"mt16"Proviamo a mettere insieme una location calda ed accogliente, un pizzico di sana ironia e l’autentico sapore dei migliori prodotti alimentari pugliesi e avremo ottenuto la ricetta vincente della serata di venerdì 4 marzo quando, alla Libreria Cialuna di Barletta, la spigliata e brillante Adele Rizzi ha presentato il libro “Il mondo visto di… Traversa” insieme al suo autore, il giornalista barese Michele Traversa.

Bando “ai social” e bentornata “socialità”: è questa l’impressione raccolta al termine dell’evento che si è dimostrato essere una perfetta occasione per celebrare lo spirito 100% pugliese del tacco d’Italia, all’insegna del piacere dello stare insieme per dialogare e scherzare sul tema del “viaggio” e degustare in compagnia il ricco buffet che ha ristorato i presenti al termine della presentazione. Si è respirata tanta Puglia nella serata della Libreria Cialuna, attraverso i divertenti aneddoti del globetrotter Traversa, l’accoglienza calorosa riservata dai padroni di casa ai presenti, il vivace clima festoso e la disponibilità da parte di alcuni dei migliori professionisti dell’enogastronomia locale a condividere i"mt9" loro eccelsi prodotti insieme ai convenuti. Ci sono stati i vini delle Cantine Ognissole, (rappresentanti da Matteo Santoiemma e Giovanni Aiello) e da i prodotti dell’azienda Agricola Piano e la colomba pasquale “100% Puglia” realizzata da Raffaele Piano e Pascal Barbato, le confetture di cipolla di Margherita di Savoia dello chef Salvatore Riontino, l’arte culinaria dello chef Luigi Lacerenza con le ottime pizze della Pizzeria Portento – un nome, una garanzia -, i formaggi di Ciccio Cafagna, le delizie del Panificio Fulgaro e ancora gli ottimi prodotti del Caseificio Maggiulli, di Casal Manfredi, de La Puglia Segreta e de La Pastara.

C’era, insomma, la Puglia “Migliore” del movimento Mordi la Puglia, ideato dagli esperti nel campo del food Sandro e Michelangelo Romano che ha visto per la promozione di questo evento l’agenzia Sinestesie Mediterranee di Annamaria Natalicchio . E c’era la Puglia dei racconti di Michele Traversa, quella che trapela dalle pagine de “Il mondo visto di… Traversa” – edito da Les Flaneurs Edizioni – sempre presente nel bagaglio dell’ironico viaggiatore e scrittore barese o sotto forma di una busta di taralli sempre al suo seguito ad ogni spostamento come se fosse la coperta di Linus, o sotto forma di modi di fare, agire e pensare che più chiari diventano proprio quando il pugliese doc si allontana “da casa” per affacciarsi e confrontarsi con culture diverse dalla propria. Quello spirito curioso e aperto "mt3"che ha permesso a Traversa di tessere relazioni d’amicizia in giro per il mondo, collezionando avventure che lo rendono un novello Robinson Crusoe in chiave moderna e in salsa pugliese.

C’è stata la Puglia che si vorrebbe sempre vedere in campo, quella onesta, genuina e spontanea che venerdì si poteva leggere chiara tanto dalle pagine del libro di Traversa quanto dai volti divertiti e sorridenti di chi non è mancato all’appuntamento, quell’immagine edificante che vorremmo resti la bandiera con cui mantenere vivo l’orgoglio pugliese tanto in patria quanto all’estero.

Alcune delle foto sono a cura del fotografo: Rocco Lamparelli