Tempo di lettura: 4 minuti

"ud"Il 3 marzo torna ad affacciarsi nelle sale cinematografiche il nostro Uccio De Santis, con tutta la simpatica corte di “Mudù”, con un film nuovo di zecca: “Mi rifaccio il trullo”.  Dopo “Non me lo dire” del 2012, praticamente Silvio Donà e Antonio De Santis, fratello di Uccio, hanno cominciato a lavorare a quattro mani alla nuova sceneggiatura, portando avanti una ‘gestazione’ di tre anni e arrivando alla sua realizzazione nel novembre scorso.

In una affollata conferenza stampa al Cineporto di Bari, alla presenza di quasi tutti gli attori del film, Uccio De Santis , senza smentire il consueto humour, ha messo subito l’accento sull’unico elemento serio del film: il furto sempre più frequente nella Valle d’Itria dei nostri trulli. Esiste infatti un vero e proprio commercio di pietre che vengono asportate dai trulli per poi essere rimontate nelle ville dei ricchi di tutta Europa (anche in America, dice qualcuno). Ovviamente è un traffico illecito che sta sempre più prendendo piede, ed è proprio da questo elemento che la sceneggiatura prende le mosse. Un accenno alla trama per spiegare come si sviluppa il film e come si viaggia agevolmente in una commedia/giallo giocata sempre sul filo dell’ironia, hanno preceduto i ringraziamenti a tutto il cast e a quanti hanno lavorato con lui."ud2"

Lorena Cacciatore, giovane attrice soprattutto televisiva (“Provaci ancora prof”, “Che Dio ci aiuti”, “Tutto può succedere”, “Baciato dal sole” attualmente in tv) è la co-pratogonista nei panni di una manager milanese, lei che è siciliana. Si è detta felice di aver lavorato in un gruppo estremamente affiatato e di essersi anche divertita. Ma più di tutto ha apprezzato l’accoglienza e l’ospitalità dei Pugliesi, nonché il cibo che le ha fatto prendere ben sei chili di troppo!

Vito Cea, collaudato regista sia di Mudù che del precedente film di Uccio, ha sottolineato il duro lavoro di squadra, mentre Patrizia Lonigro, addetta alla distribuzione ha evidenziato le difficoltà che ha incontrato nell’inserire un film indipendente nella programmazione delle sale, proprio nel periodo successivo all’assegnazione degli Oscar. Per ora “Mi rifaccio il trullo” sarà proiettato su 60 schermi di Puglia, Basilicata e Molise, ma la Apulia Film Commission sarebbe felice della maggiore diffusione di una produzione tutta “made in Puglia”. E in effetti, aggiungiamo noi, il film può essere proposto in tutte le regioni, ottimo veicolo di quella ‘pugliesità’ che tanti consensi sta riscuotendo, e che non deve essere necessariamente marcata Checco Zalone a cinema. Anzi, forse Uccio è solo arrivato tardi rispetto a Luca Medici.

"u"Alla fine della conferenza è stato proiettato il film per la stampa e gli addetti ai lavori. Nel film ci sono i trulli, la Valle d’Itria, muratori, carabinieri, preti, ladri, manager, agenti di banca e tutta quella tradizione popolare e popolana di Puglia così come si condensa nelle nostre espressioni più spontanee, sia verbali che gestuali. Sono gli ingredienti essenziali di una commedia brillante che fa ridere e sorridere; ma soprattutto c’è la bellezza dei nostri paesi (Martina Franca, San Vito dei Normanni, Cisternino, Ostuni, Venosa) con i vicoli lastricati a chianche e le pareti immacolate delle case. La natura domina magnifica e sovrana, esaltata dalla fotografia di Blasco Giurato (“Nuovo Cinema Paradiso”). Il cast di ‘Mudù’ è al gran completo con De Santis e Sardella in gran spolvero in un ‘territorio’ che ormai è loro di diritto: praticamente recitano e interpretano se stessi. Qua e là ci sono sprazzi di comicità surreale, come comprarsi un accendino che non accende per togliersi il vizio del fumo, che vanno ad inserirsi nella antica dialettica degli atteggiamenti e della mentalità Nord/Sud. Ed è proprio qui che vengono valorizzati i lati comici.

E la trama? Non ve la anticipiamo ovviamente. Scopritela voi! Sarà divertente. Garantito!

Tra gli attori, oltre a Uccio De Santis, Lorena Cacciatore e Umberto Sardella, citiamo Stefano Masciarelli, Pietro Genuardi, Gianni Ciardo, Tiziana Schiavarelli, Antonella Genga, Beppe Convertini, Franco Paltera. La regia è di Vito CeaDaniela Desideri, Fabio Barnaba, Giuseppe Di Gioia per le EdizioniStranamente Music’. La produzione è di Mimmo Cavallo per ‘Adriatica Film’.

 

Titolo :  MI RIFACCIO IL TRULLO"u1"

Protagonisti :  UCCIO DE SANTIS – LORENA CACCIATORE

Genere : Commedia

Regia : Vito Cea

Sceneggiatura : Antonio De Santis e Silvio Dona’

Lingua Originale : Italiano

Produttore :  Domenico Cavallo per ADRIATICA FILM s.r.l.

Direttore della Fotografia : Blasco Giurato

Executive Producer: Salvatore Scarico

Distribuzione: Class Cinematografica srl Bari