Tempo di lettura: 2 minuti

"v"Maria Grazia Chiuri e Pierpaolo Piccioli, direttori creativi della maison Valentino, compiono la nuova tappa di un personalissimo viaggio narrativo per raccontare le varie culture dell’Africa che hanno ispirato la nuova collezione per la primavera-estate.

L’influenza dell’arte africana è stata motore e ispirazione per l’arte contemporanea per i due designer, che la mostrano nelle vetrine del flagship store di Roma, a Piazza di Spagna, assieme alla nuova collezione ispirata alla grazia totemica dell’arte africana, rappresentata da alcuni esemplari di opere di questa cultura contemporanea. È il filo di un discorso emozionale che il tema principale delle vetrine romane di Valentino, prima tappa di una mostra itinerante che girerà il mondo nelle principali boutique della maison. Questo progetto nasce dalla collaborazione di Chiuri e Piccioli con la gallerista Carmen Moreno, curatrice della mostra "Il Tribale nell’inconscio del contemporaneo", e con l’artista italo-francese Serge Uberti che ne è uno dei protagonisti. Le opere etnografiche di arte africana e quelle contemporanee di Serge Uberti fanno da cornice ad abiti e accessori Valentino dove al centro della narrazione è una figura potente e persistente: sentimenti e spiritualità, sensualità e human touch chiave di una ricerca che si trasforma in abiti di haute couture.

L’installazione sarà presentata in esclusiva nei più importanti flagship store Valentino, "v3"dopo essere stata in mostra a New York Fifth Avenue (11 febbraio), a Milano il 17 febbraio, a Parigi il 19 febbraio. Dopo Roma, la mostra si trasferirà a Londra, nella Sloane Street e da Harrods (il primo marzo); a Hong Kong il 3 e 4 marzo; nella London Old Bond Street il 6 marzo.

Assolutamente calda e sensuale la collezione per l’estate di Valentino disegnata da Maria Grazia Chiuri e Pierpaolo Piccioli, si snoda sullo stile Africa. Tra i capi di punta le preziose gonne in suede patchwork, gli abiti a rete e le maglie tie dye, i long dress in pelle sfrangiata e i modelli dalle cromie delicate e pastello. Gli abiti neri sia nella versione mini che in quella lunga sono lineari ma impreziositi da intrecci di perline colorate, piume e rafia. La palette dei colori va dal nero al marrone, verde, rosso con accenni di giallo e beige. Gli abiti di Valentino ispirati all’Africa sono per la gran parte lunghi e spettacolari nei decori dei corpetti. In perfetto stile tribale i completi con shorts sfrangiati, proposti sia nella versione lunga nero-marrone, sia nella versione cortissima, abbinati a bustier intarsiati in pelle. Accessori, sandali alla schiava, grandi borse, collane in oro ed ebano.