Tempo di lettura: 1 minuto

Il Consorzio di valorizzazione e tutela della “Cipolla bianca di Margherita IGP” inizia la sua attività con una significativa presenza alla Fruit Logistic di Berlino nella Hall 4.2, stand 10, con la Regione Puglia.

Il 7 ottobre 2015 la Commissione Europea ha registrato il marchio I.G.P. per la Cipolla bianca di Margherita riconoscendo alla stessa le caratteristiche descritte nel disciplinare di produzione. Si tratta di un prodotto fresco caratterizzato da un bulbo bianco, tenero e con un alto contenuto di zuccheri: il suo gusto è dolce, succulento e croccante.

In relazione al periodo di produzione è possibile classificare quattro differenti ecotipi locali, marzaiola o aprilatica, maggiaiola, giugnese e lugliatica. La cipolla marzaiola è più piatta mentre la cipolla di luglio è più arrotondata. L’area di produzione è situata sulla costa nord – est della Puglia ai piedi del Gargano tra il mar Adriatico e le Saline di Margherita di Savoia, e comprende i territori di Margherita di Savoia, Zapponeta e parte di Manfredonia. In quest’area il terreno sabbioso è ideale per la produzione di dolci e teneri prodotti di forma perfetta. La “Cipolla bianca di Margherita I.G.P.” è coltivata da tre secoli  su questo terreno con la stessa tecnica di produzione.

Quest’anno la presenza a Berlino sarà resa più importante dalla collaborazione e apporto dello “Chef autoctono” Salvatore Riontino che presenterà  le sue produzioni culinarie utilizzando gli sponsali della neoarrivata IGP combinata con i gustosissimi prodotti degli arenili pugliesi.