Tempo di lettura: 5 minuti

"p1"Tre personaggi della ristorazione e altrettante strutture ricettive hanno conquistato il prestigioso Premio "Puglia a Tavola", la cui quarta edizione si è svolta all’Istituto Professionale "A. Perotti" di Bari.

La manifestazione, dedicata alle eccellenze del settore gastronomico e turistico del territorio pugliese, è stata organizzata dalla Fondazione Nikolaos e dall’Istituto Perotti, col patrocinio di Assessorato al Mediterraneo, Cultura e Turismo della Regione Puglia, Comune di Bari, Università degli Studi di Bari, Camera di Commercio di Bari, Corpo Consolare Puglia Basilicata Molise e Fiera del Levante, e con la collaborazione di Confindustria Bari e Barletta-Andria-Trani Sezione Turismo, ConfCooperative Puglia, CNA Area Metropolitana Bari, Coldiretti Puglia e Federalberghi Bari-BAT.

Durante la cena di gala, presentata dalla giornalista Patrizia Camassa e dal dirigente"p6" scolastico dell’Istituto Perotti Rosangela Colucci (affiancati dal Presidente della Fondazione Nikolaos Vito Giordano Cardone), sono stati consegnati i premi Puglia a Tavola ai personaggi dell’anno 2015 del settore della ristorazione e agli operatori delle strutture ricettive che, con impegno e straordinaria dedizione, hanno contribuito a rafforzare l’immagine del territorio, incrementandone la visibilità e l’eccezionale attrattiva turistica della Puglia. I premi sono stati offerti da Maioliche Pugliese di Fasano, mentre la serata è stata sostenuta da numerosi sponsor privati, tra cui Emmegi Meridionale Grigliati, rappresentati da Paolo Montemurro. I vini sono stati forniti dalle Cantine Capuzzimati e da Terre Carsiche. Le acque sono firmate Gaudianello e Lete.

Per la ristorazione sono stati premiati: il proprietario Carlo Colella del Ristorante Sapore di Sale di Savelletri per interpretare un concetto di cucina e servizio in cui la grande tradizione culinaria regionale si rinnova di continuo con slancio creativo e ricercatezza all’insegna del vivere e mangiare sano; lo chef Domingo Schingaro del Ristorante I due Camini del Resort Borgo Egnazia di Savelletri per le sue rivisitazioni di alta cucina rigorosamente concepite e realizzate con ingredienti pugliesi per ospiti più "p5"esigenti; e la cake designer Giusy Verni di Cake Design Cupcakes & Bakery di Bari per la creatività e l’innovazione nella decorazione delle torte sino a diventare un punto di riferimento nel mondo del cake design internazionale.

Mentre le strutture ricettive premiate sono: Gattarella Resort Hotel di Vieste per il luogo unico e magico caratterizzato da una scenario straordinario – una baia privata con l’isolotto di Portonuovo di fronte, la cittadina di Vieste sullo sfondo e la verdeggiante pineta del Parco Nazionale del Gargano come corona -; Nova Yardinia Resort di Castellaneta Marina per i suoi due lidi con ristoranti – il Mediterraneo Beach Restaurant  e lo Scirò beach Restaurant – che si distinguono per le splendide costruzioni in legno perfettamente integrate al verde, con vista impareggiabile sul mare; e Hotel Monte Sarago di Ostuni le cui camere sono caratterizzate da uno stile sobrio ed elegante, dove la ricercatezza dei materiali e le moderne scelte tecnologiche si fondono con il calore dell’accoglienza tipicamente mediterranea.

Premi speciali anche a L’Osteria di Chichibio di Polignano e allo chef pugliese Marco Capurso, distintosi nell’ottobre 2015 in una Puglia a Tavola organizzata da Fondazione Nikolaos e Apulian Consortium a Stettino (in Polonia) – durante l’incontro lo chef Capurso ha deliziato il palato di una nutrita delegazione di istituzioni e partner commerciali polacchi con piatti della tradizione pugliese -. Nell’occasione erano presenti a Stettino il presidente della Fondazione Nikolaos Vito Giordano Cardone, il console italiano a Stettino Angelo Rella e il responsabile commerciale di Apulian Consortium Angelo Tritto."p3"

La cena al Perotti ha visto i migliori chef locali, formatisi nell’istituto barese e guidati da Antonio De Rosa, cimentarsi nella rivisitazione della tradizione enogastronomica pugliese con uno sguardo all’Oriente, tramite l’utilizzo di spezie e aromi tipiche di quell’area geografica. Molte le personalità del mondo politico, economico e sociale del territorio che hanno partecipato alla IV edizione del Premio Puglia a Tavola: tra le tante, il senatore Giovanni Procacci, l’assessore comunale Carla Palone, il consigliere comunale Fabio Romito, l’oncologo e Presidente della LILT Francesco Schittulli e il presidente di Federalberghi Bari-BAT Francesco Caizzi.

Il Perotti ha mostrato come sempre un’organizzazione eccellente, con circa 250 alunni impegnati tra il ricevimento, il servizio in sala e in cucina, oltre a quasi venti docenti che hanno prestato la propria opera, tra chef e organizzazione generale. La serata, molto apprezzata dai 240 ospiti intervenuti, si è conclusa con l’arrivederci alla prossima edizione.

"Anche quest’anno – ha dichiarato Vito Giordano Cardone, presidente della Fondazione Nikolaos – la nostra Fondazione e l’Istituto Perotti si sono uniti nella celebrazione della cucina, della ristorazione e del turismo ‘made in Puglia’, pilastri fondamentali della nostra economia. Con quest’iniziativa intendiamo riconoscere il valore a coloro che, con passione e dedizione, s’impegnano a essere veri ambasciatori della cucina pugliese nel mondo".

"Siamo orgogliosi – spiega Rosangela Colucci, dirigente scolastico dell’Istituto Perotti di Bari – di continuare a ospitare e promuovere questo evento di alto livello, volto alla valorizzazione del territorio pugliese e delle sue eccellenze enogastronomiche, che "p2"attraggono sempre più turisti da tutto il mondo. Come scuola di formazione rivolta a coloro che vogliono diventare cuochi ed esperti della ristorazione e del turismo, il Perotti di Bari è lieto di presentare un premio così significativo, che ormai da tre anni contribuisce a divulgare all’estero l’arte della buona e sana cucina pugliese".

"In un’epoca in cui – afferma Antonio De Rosa, chef barese – si corre dietro a mode e tendenze gastronomiche caratterizzate da continue trasformazioni di gusti, a discapito della genuinità dei prodotti e del benessere alimentare, intendiamo promuovere la cucina mediterranea pugliese vegetariana proponendo piatti semplici e poco elaborati – preparati con prodotti dell’agricoltura locale -, belli da vedere e buoni da mangiare, salutari e funzionali al nostro benessere".

 

La Fondazione Nikolaos è da sempre impegnata nella promozione e valorizzazione delle relazioni interculturali fra la Puglia e i Paesi esteri, attraverso la realizzazione di iniziative di natura culturale, artistica ed enogastronomica.

L’IPSSAR "Perotti" è un istituto alberghiero di Bari che si distingue per l’alta qualificazione dell’istruzione e formazione professionale impartite agli alunni, come è dimostrato nelle numerose esercitazioni esterne, come la III edizione della "Puglia a Tavola".