Tempo di lettura: 2 minuti

"sz"Forte del successo teatrale di “Canto… anche se sono stonato”, il conduttore televisivo e radiofonico Rai Savino Zaba torna  sul palco con una versione “Live Club” dello stesso spettacolo. Più musica, dunque, oltre un’ora di sonorità swing dagli anni ’20 fino ai ’60 e, tra un brano e l’altro, aneddoti legati alla musica e a quel periodo storico così significativo per il nostro Paese.

Rinviata a febbraio l’esibizione prevista stasera presso l’Hotel Margherita a Margherita di Savoia, Zaba sarà invece al Palace Cafè di Bari il 5 gennaio.

 

Il jazz, lo swing, il loro l’approdo in Italia e le censure del Regime, le macerie della guerra, l’agognato boom economico. Con inevitabili rimandi ai giorni nostri, Zaba, tra i protagonisti dell’ultima edizione di “Tale e Quale Show” su Rai1, racconta e reinterpreta, talvolta con ironia, i grandi classici, da Nicola Arigliano a Natalino Otto, passando per Fred Buscaglione e Lelio Luttazzi. Ed è proprio il Maestro Luttazzi, con una sua canzone, ad aver ispirato il titolo dello spettacolo. La “Fondazione Lelio Luttazzi” ha così abbracciato con entusiasmo l’intero progetto.

Sul palco con Zaba, la Stonato Band, un collettivo di musicisti di consolidata fama nazionale come Davide Saccomanno (pianoforte), Antonio Di Lorenzo (batteria), Davide Penta (basso), Mino Lacirignola (tromba), Francesco Lomangino (sax).

 

Savino Zaba – Pugliese, di Cerignola, ma da anni vive a Roma. Inizia in Radio nel 1987,"sz2" nella piccola Radio Arcadia. Da allora inanella una serie di radio locali, fino ad arrivare a Radionorba, RDS, Radio Capital, RTL 102.5 e Rai Radio2. Qui conduce, tra gli altri programmi di successo, “Ottovolante” e “A qualcuno piace Cult”. In tv conduce “Battiti” su Telenorba, “Miss Italia” su Miss Italia Channel, “Venice Music Awards Giovani” , “DivinAmalfi” e “Concerto di Natale” su Rai2, “Music@” e “Uno Mattina-Storie Vere” su Rai1. Nel 2015 è tra i protagonisti di “Tale e Quale Show” su Rai1. Nel 2011 pubblica il libro “Beato a chi ti Puglia” , da cui trae l’omonimo spettacolo teatrale, messo in scena con la Beato Band, Amalia Grè e Erica Mou. Nello stesso anno, insieme con Lucio Dalla, Renzo Arbore e Moni Ovadia, è tra i protagonisti dello spettacolo "Il bene mio", omaggio a Matteo Salvatore; nel 2014 lo spettacolo ispirerà il film-documentario dal titolo "Prapatapumpapumpapà".

www.savinozaba.co