Tempo di lettura: 3 minuti

"bc"Inizierà il 19 ottobre, con la cerimonia di apertura della Bodrum Cup, l’avventura del caicco italiano Santa Lucia che parteciperà, in Turchia, alla 27ma edizione di questa regata riservata ai caicchi che convergono da tutta Europa a Bodrum per sfidarsi in questa magnifica competizione.

“E’ una regata fantastica  – commenta l’armatore del Santa Lucia, Michele Alfredo Paese – alla quale non vediamo l’ora di partecipare. Sono imbarcazioni grandi e spaziose, ma pesanti e complicate da condurre. Rivelano però insospettabili doti di agilità quando vengono stressate in regata, impiego che non è propriamente nelle loro corde. Noi ci alleneremo sia nel trasferimento verso Bodrum, sia, una volta giunti lì, con l’equipaggio al completo e con l’innesto di velisti locali abituati a questo tipo di regate, come il prodiere Mustafà Kemal, che conosce a menadito tutte le insidie del percorso. Sarà un orgoglio portare la bandiera italiana fin laggiù ed anche correre con i colori del guidone del Circolo Nautico Riva di Traiano, il circolo forse sportivamente più attivo di tutta Italia”."bc2"

“Siamo felicissimi di portare il nome del nostro circolo fino in Turchia – commenta il Presidente del Circolo Nautico Riva di Traiano Alessandro Farassino – e ci farebbe piacere ospitare a Riva di Traiano una regata simile in primavera. E’ una vela diversa dalla grande altura che proponiamo da sempre, ma realmente affascinante. Da parte nostra non possiamo che dire ‘Buon Vento’ all’avvocato Paese e al suo equipaggio. Li attendiamo a Riva al loro ritorno”.

A bordo, oltre all’armatore Michele Alfredo Paese, ci saranno Felice Calabrese, Comandante dell’imbarcazione, Giorgio Papini Comandante di lungo corso (tattico), Gianni Lombardi (randa), Stefano Gregni (taylor), Mauro Astore (taylor), Francesco Esposito (prodiere), Mustafà Kemal (prodiere), Letizia Gregni (manovre), Paola Gregni (manovre).

La prima tappa porterà i caicchi da Bodrum e Gumulsuk, sempre nella penisola di Bodrum. Per la seconda tappa, invece, si sconfinerà in Grecia, arrivando fino all’isola di Leros, dove il 22 ottobre si svolgerà una lunga. Il 23 ottobre si ritornerà in Turchia, nella splendida Yalikavak, per poi impegnarsi nell’ultima tappa, una passerella finale verso "bc3"Bodrum, dove avverrà la cerimonia della premiazione.

Il Santa Lucia è una “Bodrum Gulet” del 2006 della lunghezza f.t. di 26 metri. Ha una suerficie velica totale di 273 mq, con due alberi d’acciaio con due ordini di crocette, genoa a trinchetta avvolgibili, randa e vela mezzana con lazy jack.

La Bodrum Cup è una regata annuale organizzato dallo Era Bodrum Sailing Club. L’intento è quello di promuovere l’interesse verso le flotte charter di Bodrum e di mettere alla prova  l’abilità nella navigazione degli skipper dei caicchi, che nel loro lavoro di tutti i giorni navigano in sicurezza con queste splendide e comode imbarcazioni, simbolo del turismo nautico in Turchia. E’ anche una grande riunione di fine stagione, nata come un incontro tra amici per skipper che solitamente conducono queste barche da soli. Durante il"bc4" giorno c’è tanto agonismo, ma la sera ci si ritrova tutti ormeggiati in cerchio a bere e chiacchierare tra amici. La Bodrum Cup viene organizzata fin dal 1989 e si tiene, puntualmente, la terza settimana di ottobre.

Negli anni la partecipazione è stata estesa anche a caicchi privati o battenti bandiere di altri paesi e negli ultimi anni sono giunti a Bodrum caicchi da tutta Europa. Una gara spettacolare tra questi giganti del mare che solitamente trasportano comodamente i turisti. Vederli sbandati come barche da regata con le isole greche e le coste turche sullo sfondo è uno spettacolo indimenticabile.