Tempo di lettura: 3 minuti

"a"Sabato 26 settembre alle ore 12.00, nella Sala Conference Room del Museo Civico di Foggia, la Governance di progetto presenta in anteprima i risultati della sperimentazione dei percorsi esperenziali e dell’ambiente sensibile nell’ambito del progetto APULIA CULTURAL IDENTITY PATHS,  Progetto di ricerca industriale per il sostegno di start up” finanziato dal M.I.U.R.Ministero dell’Istruzione, dell’ Università e della Ricerca (Dipartimento per l’Università, AFAM, Ricerca – DG per il coordinamento e lo sviluppo della ricerca, programmi Operativi Comunitari) nell’ambito della “Linea 2 Cultura ad impatto aumentato”.

Il progetto APULIA CULTURAL IDENTITY PATHS, approvato nel dicembre del 2013, ha avuto inizio nel febbraio del 2014; nell’arco della durata di 18 mesi, si pone l’obiettivo di sostenere start up innovative e di favorire la capacità di aggiornare le modalità di produzione, fruizione, distribuzione dei contenuti culturali, con la finalità di utilizzare ricerca e innovazione di eccellenza per assicurare uno sviluppo duraturo e sostenibile dei territori, renderli competitivi e attrattivi attraverso l’integrazione tra diversi settori produttivi. Si propone, perciò, di sviluppare soluzioni tecnologiche, servizi, modelli e metodologie per ampliare la catena del valore della cultura.

Elemento di forza del progetto è la replicabilità dei risultati ottenuti, in modo da diventare"a1" un modello da imitare, di fruizione e distribuzione integrata dei beni culturali e di applicativi, anche con software, in grado di accrescere valore per il sistema, gli stakeholders, le imprese e i fruitori.

Il progetto APULIA CULTURAL IDENTITY PATHS, in dettaglio, prevede la realizzazione di attività di ricerca industriale per implementare modalità di “esperienzializzazione” dell’offerta in ottica di cultura a impatto aumentato, utilizzando un approccio a rete in cui il punto di accesso all’esperienza culturale possa essere rappresentato tanto dal singolo bene culturale, connesso a tutti gli altri in un percorso organico, quanto dal prodotto artigianale, manifatturiero o turistico, in una visione integrata.

Fin dalla fase progettuale sono stati individuati alcuni beni culturali per unicità e rarità dell’attrattiva, simbolismo e rinvii identitari, punto di partenza per lo sviluppo di un avvolgente percorso guidato, a partire da un grande arco trompe l’oeil  che introduce il visitatore in un ambiente animato da suggestioni multisensoriali, sostenute da testimonianze sonore e visive, accompagnate da proposte enogastronomiche, tipiche del territorio; le molteplici sollecitazioni hanno condotto il fruitore in un mondo sospeso tra passato e presente, materiale e immateriale, reale e virtuale; il punto di accesso all’esperienza culturale è stato accompagnato al prodotto artigianale, manifatturiero e turistico, in una visione integrata con applicativi  (www.apuliacult.it e APP Live your cultural Puglia experience) in grado di garantire una fruizione a 360° dei beni culturali e "a2"dei servizi, on e off line.

I temi delle esperienze “Tra storia e archeologia lungo la viabilità antica in Daunia”, “La coltivazione cerealicola e il paesaggio di età moderna”, “Il paesaggio dell’olio, la produzione del vino” e “Il pastoralismo e la transumanza delle pecore” e il coinvolgimento emotivo e sensoriale hanno riscosso grande successo e gradimento da parte del pubblico, come testimoniano i risultati dell’indagine condotta durante la sperimentazione.

La conferenza stampa conclusiva del progetto APULIA CULTURAL IDENTITY PATHS consente di fare il bilancio della sperimentazione e costituisce l’occasione per alcune riflessioni in merito all’opportunità che l’integrazione dell’offerta culturale e turistica in senso esperenziale, offre ai territori e agli attrattori minori. Parteciperanno alla conferenza stampa:

Gloria Fazia – Direttrice del Museo Civico di Foggia

Franco Landella – Sindaco del Comune di Foggia

Giovanni Liviano D’Arcangelo – Assessore Industria Turistica e Culturale

Giovanni Lo Storto – Direttor Luiss

Angelo Guarini – Presidente Foris e Direttore Confindustria Brindisi

Fabiola Sfodera – Comitato Scientifico APULIA Cultural Identity Paths

 

Aziende partecipanti al progetto: FO.RI.S (Mandataria); A.R.Va S.r.l.; Archeologica S.r.l.; Azienda Agricola Meanika ss; ESPER’O S.r.l.; Sunny Solutions S.r.l.; Winehot S.r.l.; TEC S.r.l.