Tempo di lettura: 3 minuti

"k1"Si è conclusa con la vittoria dei Keplero la prima edizione del Premio Morris Maremonti, evento-concerto organizzato dalla ONLUS “Gli Amici di Morris” con il patrocinio del Comune di Polignano e Pugliasounds, svoltasi in Piazza San Benedetto a Polignano lo scorso martedì 21 luglio.

La band foggiana si guadagna così la partecipazione al nuovo MEI 2015, che si terrà a Faenza dall’1 al 4 ottobre e che dedicherà uno spazio proprio alla memoria di Morris Maremonti.

Forte di numerose importanti partnership e sponsorship, della tenace capacità organizzativa dell’associazione “Gli Amici di Morris” e del sostegno dei media locali e nazionali, l’evento ha registrato grande partecipazione di pubblico che ha goduto della buona musica e apprezzato e condiviso le iniziative di solidarietà che la ONLUS sta perseguendo al fine di aiutare la ricerca sulla Sindrome di Locked-In, malattia che aveva colpito proprio Morris."k2"

Sul palco, presentati da Sabrina Morea e Luca Catalano, si sono avvicendate otto band emergenti (Cross Highest Trip, Giuvivedo, Indigo, Keplero, Elektrojezus, Siktnos, The Black Spot, Village Fools), scelte attraverso il concorso "esserEPerfetto", che si sono esibite davanti a una giuria tecnica composta da Daniele Rea, songwriter e talent scout, Franco Muciaccia, della Otium Records e presieduta da Roberto Dellera, performer e bassista degli Afterhours.

Tra le esibizioni delle band, l’ospite Davide Ceddìa, artista barese e frontman dei Camillorè.

Grande consenso, espresso da un lungo applauso del pubblico presente, ha suscitato la suggestiva ed emozionante proiezione della raccolta dei videoclip degli artisti che hanno aderito all’iniziativa “un viedo-selfie d’artista”: suor Cristina, Eugenio Finardi, Caparezza, Marlene Kuntz, PFM,  Lacuna Coil, Giorgio Canali (ex-CSI), Brunori SAS, Colapesce, Kutso, Pino Scotto, Mario Riso (Rezophonic), Plan de Fuga, Tiziana Schiavarelli, Dante Marmone, Davide Ceddia, Ruggero Pasquarelli (dal telefilm Violetta) e tanti altri che è possibile visionare nella home del sito www.gliamicidimorris.com.

"k4"Nei gazebo predisposti in piazza, sono stati distribuiti opuscoli informativi sulle attività della ONLUS e gadget. Inoltre, chi ha donato un contributo, ha ricevuto una copia del disco di Morris, “Fra le braccia”, lavoro musicale sul quale l’artista stava lavorando prima che venisse colpito dall’ictus.

L’atmosfera è stata resa ancora più suggestiva dall’esibizione di Dellera, nella parte finale della serata, sul palco accompagnato da Gianni Masci, che ha performato i brani del suo ultimo album "Stare bene è pericoloso".

Durante la serata sono stati proiettati anche i contributi video del dott. Marco Sarà, direttore del Centro Coma UNAI del San Raffaele di Cassino e del Centro di Ricerca sul Coma, che ha focalizzato l’attenzione del pubblico sulla Locked-in Syndrome, e dell’ing. Simone Soria, presidente della A.I.D.A. ONLUS di Modena, che ha realizzato, sperimentandolo su se stesso, il software comunicativo per disabili “Eyeclick”. "k3"

Di seguito Italo Maremonti, presidente della Onlus “Gli Amici di Morris”, ha ufficialmente formalizzato l’impegno a destinare parte del ricavato dell’evento per l’acquisto di “ausili informatici” da donare alla Casa di Cura “Villa Verde” di Lecce, mediante la consegna di una pergamena ai medici intervenuti in rappresentanza della struttura sanitaria, Dott.ssa Gigli e Dott. Corvino.

Alla fine delle esibizioni la giuria tecnica ha decretato la seguente classifica finale delle band:

1^ classificata : Keplero

2^ classificata : Cross Highest Trip

3^ classificata : Elektrojezus

Alla band vincitrice è stato consegnato il trofeo Premio Morris Maremonti oltre ad un buono acquisto del valore di € 500 da spendere in articoli musicali. Alla seconda e terza classificata è stato consegnato un trofeo ricordo. Sulle immagini e la musica di concerti dei One Way Ticket, ha avuto termine la serata.