Tempo di lettura: 2 minuti

"folie1"Ogni cena che Folie dedica a una casa vitivinicola è un evento; dopo due Maison di prima grandezza del mondo degli champagne è la volta, giovedì 18 giugno, della Tenuta Castello della Sala dei Marchesi Antinori, con la presenza del brand ambassador Matteo Catoni.

Un appuntamento da non perdere, per tutti gli appassionati: degustazioni come questa sono davvero momenti esclusivi, grandi opportunità per conoscere meglio cantine blasonate ed etichette di riconosciuta eccellenza. Per l’executive chef del Folie Antonio Raffaele queste serate consentono di lavorare in modo meticoloso e creativo sull’abbinamento cibo e vino: l’obiettivo è quello di creare una sinfonia di sapori, dove il contenuto del calice e quello del piatto rappresentino un tutt’uno armonico. Non a caso il menù di otto portate sarà strutturato sulla base dei vini in programma: “San Giovanni”, “Bramito”, “Conte della Vipera”, “Cervaro della Sala”, “Muffato della Sala”*. Il servizio sarà, eccezionalmente, con bottiglie "magnum": una scelta che consentirà di apprezzare ancor meglio la qualità delle etichette.

A fare gli "onori di casa" ci sarà Giovanni Fedele che, insieme allo chef, guida con passione il progetto Folie-Verdalia.

Il Castello della Sala sorge su un promontorio tufaceo dell’Appennino umbro, a poca "folie2"distanza dal confine con la Toscana e a circa 18 chilometri dalla storica città di Orvieto. E’ una bella fortezza medievale, circondata da antiche cittadine etrusche collinari, a metà strada tra il fiume Paglia e la vetta del Monte Nibbio. La tenuta  si estende su una superficie totale di 500 ettari, di cui 140 ettari a vigna, piantati a 200 – 450 metri sul livello del mare, su un suolo argilloso e ricco di fossili del Pliocene di origine sedimentaria e vulcanica. Le etichette di punta del Castello della Sala sono Cervaro della Sala e Muffato della Sala: il primo è il vino-simbolo della Tenuta, con numerosi riconoscimenti ed estimatori, prodotto con uve chardonnay e grechetto, il secondo è un vino affascinante da uve di Sauvignon Blanc, Grechetto, Gewürztraminer and Riesling, attaccate da Botrytis Cinerea, una muffa nobile che si sviluppa sulle uve e che, complici le nebbie del mattino e il particolare microclima, ne riduce il contenuto di acqua.

Menu degustazione (otto portate) in abbinamento a cinque vini: euro 50
Inizio cena: ore 20.45
Indispensabile la prenotazione: tel. 340 536 4024 – 0832 328259