Tempo di lettura: 2 minuti

"ca1"Paolo Messa è stato nominato direttore del Centro Studi Americani, storica istituzione attiva nelle relazioni culturali fra Stati Uniti ed Italia, dove oggi si è insediato il nuovo Consiglio di Amministrazione che inaugura una stagione aperta alle esperienze e alle sensibilità di diplomatici, accademici, manager e giornalisti.

Su proposta del presidente Gianni De Gennaro, il Cda ha eletto i due vicepresidenti: Marta Dassù, ex viceministro agli Affari Esteri, e Peter Alegi, avvocato statunitense e presidente onorario del Fondo per Studenti Italiani. Nel nuovo board sono del Cda presenti, fra gli altri, l’ex ambasciatore americano in Italia, Ronald Spogli, i suoi colleghi italiani Ferdinando Salleo e Stefano Stefanini, i rettori di Luiss e Sapienza, Massimo Egidi ed Eugenio Gaudio, i manager Luigi Abete ed Aurelio Regina e storici dell’America come Biancamaria Tedeschi Lalli e Massimo Teodori.

Messa, 39 anni, laureato in Scienze Politiche con laurea in Storia dell’America, è fondatore ed editore della rivista Formiche ed ha partecipato al Leadership Program del Dipartimento di Stato Usa. "Per il Centro Studi Americani – ha spiegato De Gennaro – si "ca2"tratta di un rinnovato impegno che intende valorizzare la storia quasi centenaria di questa istituzione culturale per sottolineare il valore profondo e duraturo della relazione fra Stati Uniti e Italia, ed Europa. E’ un legame di amicizia che merita di essere coltivato senza soluzione di continuità, tanto più in momento storico come quello che stiamo vivendo: ricco di innovazioni tecnologiche ed al contempo attraversato da forti tensioni geopolitiche".