Tempo di lettura: 2 minuti

"pvp1"Da sabato 30 maggio a domenica 14 giugno 2015, la Biblioteca Civica (via Cappello) di Verona ospiterà l’Evento “Pane Vino Pesce”. 

L’evento è organizzato da Cataldo Albano, con il patrocinio di EXPO Milano 2015, del Comune di Verona, del Comune di Taranto e con la collaborazione del Circolo Unificato dell’Esercito di Verona e del Settore Pubblica Lettura del Comune di Verona.

Si tratta di un’esposizione multimediale, frutto di tre reportage di Cataldo Albano in compagnia di chi di notte lavora e crea il Pane, di chi raccoglie l’uva e la lavora in cantina per produrre il Vino e di chi dal mare porta sulla nostra tavola il Pesce.

Le tre esperienze sono state registrate su foto e video e fanno parte di un reportage unico. I contributi scelti per l’evento espositivo sono 18 scatti digitali stampati su tele 50×50 cm.

Tutto ciò per creare, nell’anno dell’EXPO di Milano, una provocazione di immagini per discuterne, parlarne e approfondire, anche al fine di verificare l’equazione “Tradizione + Territorio + Innovazione = Sostenibilità”.

L’inaugurazione si terrà alle 10,30 di sabato 30 maggio in Sala Affreschi con due dialoghi aperti al pubblico: “Pane, Vino e Pesce nella Storia della Fotografia” con Giancarlo Beltrame (critico d’arte); “Pane e Vino al servizio della Sostenibilità” con Francesco Lenoci (economista e docente presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano). In contemporanea, nel Chiostro, avrà luogo una Writing Performance di Nahe + IlPier che su due pannelli 5×2 metri disegneranno un graffito inerente al tema della mostra.

Seguiranno altri quattro dialoghi.

Mercoledì 3 giugno 2015, alle ore 17,00: “Il Pane, il Pesce e il Vino: anche la Bibbia ha le "pvp2"sue ricette” con il biblista don Martino SignorettoMatteo Bruno Guidorizzi (Associazione Italiana Sommelier di Verona).

Sabato 6 giugno 2015, alle ore 10,30, “Il Pesce” con il geologo Roberto Zorzin (museo di storia naturale di Verona).

Sabato 13 giugno 2015, alle ore 10,30, “Il Pane: Acqua, Tempo, Fuoco” con il panificatore Fabio De Rossi (Associazione Panificatori provincia di Verona).

L’iniziativa non ha fine di lucro; è culturale e pedagogica ed è rivolta ai cittadini e ai turisti senza limitazioni.