Tempo di lettura: 3 minuti

"sw4"È stata presentata ieri a Bari, in sede di conferenza stampa, la nuova offerta turistica promossa da Italia Svizzera Turismo, Swiss Travel System, Ferrovia Retica e Swiss International Airlines atta a promuovere un rinnovato flusso di visitatori dalla Puglia verso la Svizzera. Diverse, dunque, le sinergie scese in campo verso questo obiettivo comune: rendere più vicina la Svizzera, ritenuta troppo spesso meta di un turismo di nicchia, all’Italia, ed in particolar modo alla Puglia.

Il prodotto in questione è il Grand Tour of Switzerland, un itinerario studiato e sviluppato per consentire ai turisti di immergersi fra le bellezze naturali e gli splendori architettonici di una terra che conserva in sé beni paesaggistici e artistici ancora incontaminati. Un’offerta turistica che si presta ad un’esperienza culturale alla portata di tutti. Quando le parole sembrano poco efficaci è allora, forse, il caso di lasciar parlare le immagini, come nel video promozionale del Grand Tour che rende incisivamente l’idea di quanto potersi aspettare da un viaggio nella terra a nord delle Alpi: una carrellata di "sw1"istantanee che immortalano paesaggi, urbani e naturali, strade e paesi in cui fermarsi per meravigliarsi e godere dello stupore regalato dal folklore e dalla maestosità di una natura selvaggia e rigogliosa. “La Puglia fa parte delle regioni del Sud Italia su cui puntiamo assieme a Campania e Sicilia – ha affermato Piccarda Frulli, vice direttore Italia Svizzera Turismo – . Il Grand Tour è un prodotto creato per far conoscere le chicche e le perle di questo piccolo grande paese, dando modo di scoprire sia le sue bellezze naturali che le città, molte delle quali con caratteristiche uniche, come Basilea, Zurigo e Berna con le loro meravigliose collezioni d’arte. Non una destinazione di élite – ha proseguito la Frulli – ma per tutti. Pensata per venire incontro alle esigenze di qualsiasi turista, con strutture ricettive che vanno dai campeggi agli alberghi pluristellati. Non da meno sarà l’attenzione prestata agli aspetti enogastronomici con lo chef Andrea Caminada che sarà il nostro testimonial per questo 2015 e per il 2016”. Un tour pensato per essere vissuto soprattutto "sw3"in auto ed in treno, considerando anche la particolarità dei mezzi ferroviari svizzeri, molti dei quali sono panoramici, come il Glacier Express, uno dei treni più famosi al mondo che consente di fare una sorta di “crociera” tra le montagne, il Goldenpass Line, primo treno al mondo completamente panoramico e lo Jungfrau, il trenino rosso che arriva sino alla stazione più alta d’Europa, come ricordato da Matteo Spiller, market manager Italia per Swiss Travel System. “Nessuno può dire di aver visitato veramente la Svizzera senza essere salito a bordo di uno di questi trenini – ha sostenuto Enrico Bernasconi, rappresentante per l’Italia della Ferrovia Retica – . Il Bernina Express, ad esempio, è anche patrimonio mondiale dell’UNESCO e collega Tirano, passando attraverso la sua piazza centrale, a Saint Moritz”. Ma per avvicinare la Puglia alla Svizzera e al suo patrimonio artistico e naturale essenziali si sono rivelati essere anche i nuovi collegamenti aerei stagionali creati dalla Swiss International Airlines con tre voli settimanali in partenza da Bari verso Zurigo (dal 2 maggio a novembre) e due voli settimanali da Brindisi a Zurigo (dal 2 luglio ad ottobre). “Abbiamo fatto importanti investimenti su velivoli di ultima generazione – ha commentato il direttore della compagnia aerea Stefan Zwicky – . Si tratta di aerei di ultima generazione dotati di migliorie a livello di inquinamento acustico ed ambientale”. Velivoli dotati di ogni comfort così come lo stesso aeroporto di Zurigo che quest’anno si è"sw2" fregiato del titolo di migliore aeroporto d’Europa, grazie alle strutture ricettive di cui dispone al suo interno, con stanze che consentono ai passeggeri appena atterrati di usufruire di docce e stanze in cui potersi rinfrescare e fare anche un piccolo break culinario.

Un itinerario che si snoda attraverso 44 attrazioni, 22 laghi, 11 siti UNESCO, 5 paesi alpini che superano i 2000 m e 2 biosfere. Tre percorsi che partono da Basilea, Ginevra e Chiasso e un viaggio che si sviluppa prevalentemente su strade secondarie. Questo è il Grand Tour of Switzerland. Cos’altro aspettare? La Svizzera non è mai stata così vicina.

Per info e prenotazioni consultare il link:

www.myswitzerland.com/it-it/grand-tour-of-switzerland.html.