Tempo di lettura: 3 minuti

"lsd_fr"L’aeroporto di Batman? Esiste e si trova in Turchia, non solo nella fantasia dei bambini. C’è anche quello di Wagga Wagga ed è in Australia. Nessuna preoccupazione per i superstiziosi: il 13, il 17 e il 666 non sono presenti nè come numero di gate nè come numero di volo. Solo gli spiritosi della Finnair hanno un volo numero 666 da Copenhagen a Helsinki, e il codice dell’aeroporto è HEL… Per chi pensa sempre al peggio, utile sapere che la scatola nera è in realtà rossa dato che è più semplice da identificare dopo un incidente aereo. Queste e altre 22 curiosità "aeree" potrebbero far sorridere e riflettere frequent flyer, pendolari, viaggiatori casuali o abituali. E per questo flightright, portale rivolto ai passeggeri che vogliono richiedere un risarcimento a causa di voli in ritardo, cancellati o in overbooking, li ha radunati in un’infografica. Così si scopre che la pista dell’aeroporto di Gibilterra attraversa una strada pubblica e durante le manovre di decollo e atterraggio è bloccata da un passaggio a livello. E che 27 secondi è la durata del viaggio più breve del mondo (da Westray a Papa Westray in Scozia) e 15 ore e 25 minuti (13.800 km) è il volo non-stop più lungo (da Sydney a Dallas). Notizie anche per i patiti di altitudine con l’aeroporto più alto del mondo: Daocheng Yading in Cina a 4.411 metri. Il più basso è l’aeroporto di Amsterdam-Schiphol, che si trova a 3,35 metri sotto il livello del mare. A proposito di codici aeroportuali: c’era anche la sigla SEX, indicava l’aeroporto dell’Airforce in Germania.

CURIOSITA’ SUI MEZZI AEREI – L’aereo più piccolo del mondo è il CriCri, che misura 4,90 metri mentre il più grande è l’Antonov AN-225 "Mriya", che misura 88,40 metri ed è stato usato per trasportare "Buran", lo space shuttle. L’apertura alare da guinness appartiene al gipeto: è compresa tra i 2,65 e i 2,85 metri. Infine per i patiti di meccanica: per costruire un Boeing 747-400 si usano 6.000.000 di pezzi prodotti in 33 Paesi.

I NUMERI DI VOLI E PASSEGGERI – Anche qui tanti dati che danno la dimensione di quanto gli aerei siano diventati fondamentali nel mondo dei viaggi e del lavoro. Ben 70.000 sono le persone attualmente in volo in Europa mentre 3.000.000.000 sono i passeggeri mondiali nel 2012 (un numero che equivale a metà dell’intera popolazione globale), mentre 677.800.000 sono stati i passeggeri statunitensi.

RITARDI, DISAGI E DIRITTI – La notizia che fa veramente riflettere è che, secondo flightright, solo il 5% dei passeggeri che ha diritto di richiedere un risarcimento lo richiede. Eppure sono circa 5.000.000 i voli internazionali cancellati nel 2013 mentre 30 minuti è il ritardo medio negli aeroporti europei. I passeggeri hanno 18 mesi di tempo per chiedere un risarcimento nel caso in cui il volo sia partito da un paese europeo e atterri al di fuori dei confini Ue, o quando il viaggio inizia al di fuori dell’Europa e termina in un paese membro dell’Unione. L’importo che si può ricevere per un ritardo superiore alle 3 ore varia in base al tragitto e può arrivare fino a 600 euro.

INCUBO BAGAGLI PERDUTI – Infine il problema dei bagagli perduti: 16.500 chilometri è la distanza che 30 milioni di bagagli perduti coprirebbero ogni anno effettivamente. La buona notizia, non valida ovviamente per chi va fuori solo per un week end, è che la maggior parte dei bagagli ritorna nelle mani del proprietario entro 42 ore.