Tempo di lettura: 2 minuti

Chi riesce ad immaginare Humphrey Bogart senza sigaretta? I frame più belli del cinema sono stati sedotti dal fumo, le grandi produzioni hollywoodiane così come le pellicole girate in Francia, Gran Bretagna e Italia. Il risultato è quello di trasmettere al pubblico, in particolare a quello più vulnerabile degli adolescenti, un messaggio fuorviante. È la denuncia contenuta in "Cenere di Stelle. Cinema, fumo e adolescenti", edito da Carthusia e sostenuto da Ares Puglia, un saggio scritto a quattro mani da Edoardo Altomare e Domenico Galetta, oncologi baresi e grandi appassionati di cinema che martedì  24 febbraio alle 17.30 presenteranno il libro presso la Sala Giunta del Palazzo della Provincia di Bari alla presenza dell’Assessore alla Pubblica Istruzione del Comune di Bari Paola Romano, Nicola Damiani, componente della Commissione Servizi Sociali del II Municipio di Bari, Anita Maurodinoia, Consigliera di Bari Città Metropolitana, Gheti Valente presidente di Puglia Legge. Presenta Alessia De Pascale, giornalista. Obiettivo dell’iniziativa  è quello di sensibilizzare, supportare, informare e prevenire fattori di rischio di disagio e di malattie tumorali. Inoltre per i ragazzi di quarta e quinta classe di Scuola Primaria è in fase di avvio la presentazione di una Scatola Gioco da tavolo, nato da un progetto nazionale avallato dall’Istituto Superiore di Sanità e sostenuto da WALCE onlus (Women Against Lung Cancer in Europe) di cui Domenico Galetta è Consigliere Nazionale e Coordinatore per la Puglia. Tale gioco educativo è stato studiato in maniera assolutamente strategica ed innovativa proprio per sensibilizzare a tematiche così importanti e delicate i giovanissimi che si trovano a vivere un’età molto vulnerabile. Il progetto di prevenzione del tabagismo è rientrato nel piano generale di prevenzione del disagio promosso dalla Commissione Servizi Sociali del II Municipio di Bari Città Metropolitana.