Tempo di lettura: 2 minuti

"pirata"Presentato questa mattina il nuovo spot anti-pirateria cinematografica “La fuga”, girato da Andrea Costantino con il patrocinio dell’ AncheCinema S.r.l. e Cinestat S.r.l. . L’incontro con la stampa si è tenuto nella cornice del Mad Bistrot Club Boutique di Bari, locale in pieno centro che ha ospitato questa conferenza-colazione di metà mattinata. Presenti il regista ed ideatore Andrea Costantino accompagnato da Mingo De Pasquale, volto storico di Striscia La Notizia ed interprete principale dello spot, e Gianluca Lillo, direttore responsabile della Cinestat da cui è partita l’iniziativa di realizzare questo cortometraggio pubblicitario della durata di un minuto e mezzo circa. Presentato per la prima volta durante le Giornate del Cinema di Sorrento, lo spot è al momento in programmazione al Cinema Galleria di Bari. L’idea pubblicitaria è originale e convince: mentre in una comune sala cinematografica viene proiettato un film d’azione, l’attore dello stesso (interpretato da Mingo De Pasquale), esce materialmente dalla pellicola per ammonire un pirata che stava registrando il lungometraggio. Lo spot, come ammesso dal regista Andrea Costantino, strizza l’occhio a “La rosa purpurea del Cairo” di Woody Allen, per rielaborare lo spunto in un efficace messaggio contro la pirateria cinematografica, rea della chiusura di molte sale. Girato in tempi record tra la Fiera del Levante e il Cinema Galleria di Bari, lo spot è stato poi montato da Valeria Mezzapesa. Nelle vesti del “maniaco della pirateria” Angelo De Giosa che, come spiegato da Andrea Costantino che rivela questa curiosità riguardo le dinamiche di lavorazione, ha accettato amichevolmente il ruolo con un preavviso di sole 48h. Un messaggio, dunque, assai importante quello lanciato da “La fuga”, un prodotto pubblicitario che vuol sensibilizzare lo spettatore verso la tutela delle sale cinematografiche perché, come recitato dal claim dello spot: “Il cinema è un grande spettacolo, ma il vero spettacolo è in sala”.