Tempo di lettura: 3 minuti

"Viaggio
La Puglia è una regione molto ricca e variegata, che si caratterizza per una serie di aree diverse, ognuna con la proprie caratteristiche, ma tutte ugualmente affascinanti. Trascorrere qui un soggiorno significa immergersi in un territorio senza tempo, capace di coniugare tutti i comfort della modernità con le tradizioni e gli usi di una volta.
Forse è proprio questa sua estrema varietà e versatilità, unita ovviamente alla straordinaria bellezza del territorio, ad aver permesso a questa regione di conquistare un posto nel cuore dei turisti di tutto il mondo che ogni anno la scelgono per le proprie partenze.
Non è quindi un caso che le richieste siano in costante aumento e che le promozioni per levacanze in Puglia vadano letteralmente a ruba.
Tra le tante aree della Puglia, oggi vogliamo focalizzare la nostra attenzione su una delle sue regioni più affascinanti dal punto di vista storico e naturale: il Salento.

Il Salento è oggi una delle aree della Puglia più frequentate e amate, specialmente dai giovani che scelgono questo territorio non solo per il suo mare incantevole e per la sua natura incontaminata, ma anche per il divertimento e la possibilità di offrire ai propri visitatori numerose occasioni di svago.
Anticamente conosciuta con il nome di Terra d’Otranto, il Salento è una grande distesa pianeggiante che si contraddistingue per un paesaggio a tratti esotico, interrotto continuamente da caratteristici borghi e da città dall’aspetto tipicamente mediterraneo.
Tanti sono i luoghi che meritano di essere visitati, al punto che costruire un itinerario potrebbe essere complicato.
In ogni caso, la prima tappa è certamente Lecce, la città del barocco conosciuta per la sua lunga tradizione artistica e per la sua millenaria cultura. Da vedere è innanzitutto la bella piazza dedicata a Sant’Oronzo, protettore della città, nella quale si innalza il palazzetto del Sedile, antica sede del Municipio. Nel tempo la Piazza ha subito una serie di rifacimenti, specialmente nel corso del ‘900 quando, nel corso di alcune opere di ristrutturazione, venne alla luce l’Anfiteatro Romano la cui costruzione risale con ogni probabilità all’età di Augusto. Sempre agli inizi del 1900 venne scoperto per puro caso un altro teatro romano caratterizzato da una cavea e decorato con molte statue oggi conservate presso il Museo Archeologico Provinciale Sigismondo Castromediano.
Da Lecce è possibile giungere con estrema facilità a Maglie, una cittadina snodo per i viaggi nel territorio salentino; tra Maglie e Lecce si estende quella che viene definita come la Grecia Salentina, dove è ancora oggi parlato il griko, una lingua ereditata dall’antica Grecia.
Continuando l’itinerario verso la costa adriatica si giunge ai Laghi Alimini, due bacini che formano una zona naturalistica di estrema importanza in quanto caratterizzati da un ecosistema molto ricco di specie rare sia di flora che di fauna.
Sempre nella zona dei Laghi Alimini si trova una grande pineta a partire dalla quale si giunge alla Baia dei Turchi, una delle spiagge più belle di tutto il territorio. Di qui è semplice arrivare in un’altra delle città simbolo del Salento, Otranto, molto suggestiva sia sotto il profilo naturalistico che storico. Da vedere, oltre al centro storico della città, sono la Grotta dei Cervi, presso la quale sono stati rinvenuti molti reperti di età preistorica; altre grotte di particolare interesse si trovano lungo la costa di Santa Maria di Leuca, come la Grotta Tre Porte, la Grotta dell’Elefante e la Grotta dei Giganti.
Per quanto concerne le spiagge, il Salento ne ha molte di bellissime; tra le tante ce ne sono però alcune che non potete assolutamente perdere. Tra queste vi consigliamo di vedere la Marina di Mancaversa, situata ad appena 5 km di distanza da Gallipoli, le spiagge di Torre dell’Orso, premiate con le bandiere blu per la purezza delle loro acque, e le spiagge del piccolo comune di Santa Cesarea Terme, in provincia di Lecce.