Tempo di lettura: 2 minuti

"muti55"Il maestro Riccardo Muti e l’Orchestra giovanile Cherubini hanno festeggiato a Bari, con un concerto che si è tenuto in un Teatro Petruzzelli gremito, i dieci anni dell’attività della compagine orchestrale che debuttò a Piacenza il 13 dicembre 2004. L’orchestra ha un organico composto da giovanissimi musicisti, al di sotto dei trent’anni, che si rinnova periodicamente.

E’ stato lo stesso maestro Muti a ricordarlo mentre salutava il pubblico alla fine della serata – mentre uno spettatore dalla platea gridava ‘Muti for president‘ – sottolineando che qualcuno dei suoi ragazzì ora fa parte dell’orchestra del Teatro Petruzzelli e altri hanno vinto i concorsi banditi da numerosi teatri. "Faccio questo – ha continuato Muti – non solo per dare ai giovani una possibilità di lavoro, anche se nel nostro paese non si vive di questo mestiere, ma soprattutto per trasmettere loro, e attraverso la loro musica, il valore della cultura che da noi sta man mano svanendo". Muti ha quindi ricordato che la sua formazione musicale è passata anche da due teatro baresi, il Petruzzelli e il Piccinni, che frequentava con il maestro Nino Rota, e che proprio a Bari ha conosciuto l’opera lirica, tra cui per la prima volta Otello di Verdi.

Il concerto, nel corso del quale sono state eseguite sinfonie di Schubert e Cajkovskij e, come bis, la splendida ouverture dalla Giovanna D’Arco di Verdi, ha concluso una piccola tournèe del maestro che ha inaugurato la riapertura di due storici teatri chiusi da anni per restauri: il Giordano a Foggia il 10 dicembre e, il giorno successivo, il teatro Mercadante ad Altamura. La presenza del maestro Muti in Puglia non è casuale perchè nei giorni scorsi il sovrintendente del Petruzzelli Massimo Biscardi ha reso noto che sono in cantiere progetti di collaborazione del maestro con il politeama barese.