Tempo di lettura: 3 minuti

"dinunno5555"Parliamo di cucina. Sarà anche la moda ma è pur sempre il punto di forza del Sud e in particolare di Bari con i tanti prodotti tra mare e terra e le tradizioni antiche che affondano le radici nella nostra cultura contadina e marinara. Profumi e sapori che combinati, danno insieme sinfonie di piatti dalle ricette tramandate di madre in figlia o rivisitate e rese più moderne. Non a caso il più antico locale dell’hinterland barese, noto al sottoscritto per le decine di serate passate ballando ai ritmi più caldi della musica house anni ’90 o assistendo il meglio della musica nazionale ed internazionale la Lampara di Trani, ha voluto omaggiare la famiglia, l’abitudine della domenica conviviale fatta di chiacchere, di buon cibo e di partite ascoltate alla radio come si faceva un tempo.

Il vero e proprio rito, atteso per tutta la settimana, rivisitato in chiave contemporanea dallo chef Antonio di Nunno, a capo della rinnovata cucina de La Lampara e dall’ottimo padrone di casa Rocco Fusco.

Per i suoi sessant’anni di attività il locale ha sfornato un format innovativo, il progetto RAGÙ dopo l’esordio di ieri, avrà cadenza mensile, una domenica al mese, "ore 13 a tavola", e farà il giro del Bel Paese con i ragù tipici della grande tradizione culinaria italiana.

"dinunno4444"Il profumo intenso del ragù che invade la casa, la festa dei bambini che fanno a gara a inzupparvi il pane, la mamma che rimesta con il cucchiaio di legno, è quasi ora di pranzo, il papà si impossessa dello scettro, il telecomando, per non perdersi le partite in tv.

C’è tutto per una domenica da ricordare (e vi assicuro che ci si diverte davvero), il collegamento con i gol di tutto il calcio minuto per minuto dal grande ledwall, la musica dal vivo, l’area per i bimbi e la conduzione impeccabile di Tommaso Amato. Grandi protagoniste la famiglia e il suo calore e la tradizione gastronomica regionale italiana, che rendono unica la nostra nazione.

Il calore di una domenica tipo all’italiana, a La Lampara sarà ricreata proprio quell’atmosfera, ripercorrendo l’Italia con i suoi ragù tradizionali.

Ecco il menù:

ANTIPASTO: pettoline, parmigiana di zucca gialla con crema di patate, cardi con stracciatella d’uovo e polpettine di pane raffermo.

PRIMO: orecchiette al ragù di cavallo con l’involtino.

SECONDO: tiella di rasciale di maiale con patate, carciofi e pomodori secchi.

DESSERT: tortino al gianduia con crema artigianale allo zabaione.

I vini è il Primitivo Feudo Martinella Igt 2011 delle cantine Santa Barbara.

"dinunno999"Il prossimo appuntamento sarà il 18 gennaio 2015 e subito dopo il pranzo ci sarà una visita guidata della città di Trani con il suo ricco patrimonio culturale ed artistico e le sue bellissime ed importanti chiese il tutto compreso nel prezzo, motivo in più per aderire all’iniziativa.

Info & prenotazioni: +39 0883 764856.