Tempo di lettura: 2 minuti

"giotto"La mostra Da Giotto a Gentile, pittura e scultura a Fabriano fra Due e Trecento, aperta a Fabriano fino al 18 gennaio 2015, indaga sui precedenti duecenteschi e sull’ affascinante e sconosciuta fioritura artistica trecentesca a Fabriano, quando la città conobbe uno straordinario sviluppo urbanistico ed economico soprattutto grazie alla fabbricazione e al commercio della carta. Curata da Vittorio Sgarbi e promossa dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Fabriano e Cupramontana, la mostra mira a valorizzare un patrimonio artistico in gran parte sommerso, inscindibile da un contesto paesaggistico e ambientale di straordinaria bellezza. Non casualmente l’iniziativa è stata accolta in questa città dove trova il suo humus ideale, suggerendo la visita al suo centro medievale, a monumenti come il Palazzo gotico del Podestà, il palazzo dei Chiavelli, la fontana Sturinalto e l’Ospedale del Buon Gesù che ospita la Pinacoteca Molajoli  dove si svolge l’esposizione; la cattedrale, ricca di capolavori dal Trecento al Settecento; musei come quello della Carta e della Filigrana, o il Museo del Pianoforte storico e del Suono.

Il percorso della mostra si estende nella città e comprende anche le due cappelle absidali della chiesa di Sant’Agostino, ricche di richiami alla cultura giottesca e assissiate, alla cappella di Sant’Orsola della chiesa di San Domenico, con le raffinate immagini affrescate dal pittore fabrianese Allegretto Nuzi e a quella di San Lorenzo nella Cattedrale.

Un’ampia sezione della mostra è dedicata ai dipinti su tavola realizzati da Allegretto al suo rientro dalla Toscana dopo la peste del 1348. Tavole e polittici caratterizzati da figure ispirate ai modelli fiorentini e senesi, rielaborati in chiave cortese.

L’esposizione si chiude con alcuni capolavori di Gentile da Fabriano, come la Crocifissione della Pinacoteca di Brera, o la raffinata Madonna dell’Umiltà del Museo nazionale di S. Matteo di Pisa in cui colpisce lo stile elegante e forbito esibito dal caposcuola del Gotico internazionale.

DA GIOTTO A GENTILE. PITTURA E SCULTURA A FABRIANO FRA DUE E TRECENTO

26 luglio 2014-18 gennaio 2015

Pinacoteca Civica “Bruno Molajoli”, Fabriano

Orari: da martedì a venerdì ore 9-19. Prefestivi e festivi: 9-20.

Lunedì mattina chiuso.

Pomeriggio ore 15-19.