Tempo di lettura: 2 minuti

"parallel"Il programma espositivo della galleria Muratcentoventidue Artecontemporanea di Bari, prosegue con la personale Parallel Perception di Rikke Flensberg, giovane artista norvegese che espone per la prima volta in Italia. La mostra, che durerà fino al 14 novembre, è sostenuta dal Danish Arts Council ed è curata da Angela Gonnella. L’artista, che ha studiato presso la Malmö Art Academy, opera nel campo della fotografia, della video installazione e della scultura, seguendo una tradizione da tempo affermatasi nei Paesi Scandinavi. La natura è l’oggetto della ricerca di Rikke Flensberg, che ne evidenzia la duplice valenza, positiva e negativa. Talora la natura è vista come grembo, altre volte come minaccia ed entrambi gli aspetti si relazionano con la vita dell’uomo contemporaneo. Il rapporto uomo-natura, insieme ai processi naturali, è oggetto per lunga tradizione del documentarismo e dell’arte figurativa.

In  Parallel Perception  la natura è presentata allegoricamente come qualcosa di illusorio, dove i vari elementi sono distorti. Si tratta di fotografie in cui un iceberg si riflette nel mare come una fata morgana, e di videoinstallazioni dove l’orizzonte nebbioso, che sembrerebbe fermo, trema e svanisce, mutando con la luce.  E ‘ la dimostrazione di come, attraverso uno scenario naturale, la realtà possa essere ricostruita. L’artista riassembla il materiale in un nuovo contesto, laddove ogni frammento può costruire uno scenario più grande, attraverso il riflesso, lo spostamento, la ripetizione. Per ottenere una visione complessiva bisogna riunire i frammenti.  Flensberg si interroga sulla percezione umana e i suoi limiti. Un singolo motivo può essere ripetuto e ogni volta i frammenti che lo compongono possono cambiare configurazione. Quindi di ogni motivo vi sono diverse esistenze simultanee. La chiave per comprendere il reale è la complessità della nostra coscienza. Siamo impossibilitati, nella varietà delle nostre percezioni e delle nostre esperienze, ad ottenere una visione completa di quanto ci circonda. La nostra visuale è limitata. Nell’arte di Rikke Flensberg sono compresenti la bellezza e la minaccia, il visibile e l’ignoto.

Rikke Flensberg vive e lavora in Danimarca.

RIKKE FLENSBERYG. PARALLEL PERCEPTION

4 ottobre-14 novembre 2014

Muratcentoventidue Artecontemporanea

Via G. Murat 122/b

Martedì-sabato ore 17-20