Tempo di lettura: 2 minuti

"10592141_10152637702152790_1351216173_n-(1)"Priscilla Lagioia racconta la sua esperienza professionale artistica svolta in Italia ed all’estero, avendo superato un concorso ed essendosi classificata al primo posto su cento aspiranti.
Dopo essere stata a New York per il master in regia multimediale ed avendo avuto diverse esperienze nel mondo della moda e del cinema, Priscilla continua ad esplorare nuovi settori artistici come la produzione del suono ed il doppiaggio.
“Sono sempre stata molto curiosa e desiderosa di imparare, amo fare esperienze di workshop soprattutto all’estero perché ci da la possibilità di crescere e confrontarci con realtà diverse dalle nostre.
Durante questa esperienza a Londra presso importanti studi radiofonici e televisivi ho notato la differenza tra la nostra realtà e quella anglosassone. In Italia, in tutte le città vi sono decine di emittenti radiofoniche i cui contenuti spesso si accavallano tra loro. A Londra e nel Regno Unito, invece, le radio cittadine sono in numero limitato e caratterizzate ognuna da un proprio target.
Inoltre, per quanto riguarda la produzione del suono ho notato presso gli studi anglosassoni una maggiore attenzione per i particolari, potendo usufruire di strutture più all’avanguardia.
Sono stata presso gli studi “Shepperton” con Glen Gathard, sound editor, dove ho avuto la possibilità di sperimentare la produzione del suono per i film, presso gli studi di Pinewood, dove sono stati girati i vari 007. Agli studi di “Twickenham”, dove ho incontrato Craig Irving, un sound mixer producer. Presso gli studi della TW1 e presso e presso la “London Film School” dove si sono tenuti workshop sul cinema e sulla produzione di un film dalla A alla Z, considerando anche il design e la produzione del set. Presso la “Gold Crest Post Production London” ho vissuto una particolare esperienza, essendomi cimentata nel doppiaggio di un film in lingua inglese.
A guidarci durante lo sviluppo del progetto ci sono stati docenti americani come il produttore Michael Alden, noto per i films “Chuck Norris”, “Streaptease” con Demi Moore, “A Bronx Tale” e “The Hours”; la docente del suono Cecelia Hall della Savannah College of Art e vicepresidente del suono alla Paramount Pictures; Mrs. Hall nella sua lunga carriera si è occupata della produzione del suono per tre films della saga di “Star Trek”, per “Top Gun”, “La famiglia Addams” e “Caccia ad Ottobre Rosso”.
Durante il workshop nella metropoli inglese ho incontrato Niv Adiri, vincitore dell’oscar come produttore del suono per Gravity con Sandra Bullok, e Nina Hartstone.
Ho avuto anche l’occasione di ritrovare tra i docenti americani Joseph Cipri e Valerie Smaldone della School of Visual Arts dove ero già stata per la precedente esperienza di regia multimediale a New York City, i quali hanno tenuto workshop riguardo il giornalismo ed il lavoro nelle radio e tv.
Vorrei ringraziare gli organizzatori di questo progetto formativo, il Dott. M. Tanese e la Dott.sa G. Raffo dell’associazione Aim che ammiro soprattutto per la serietà nella selezione dei partecipanti; ci tengo a sottolinearlo, sapendo come si svolgono la maggior parte dei concorsi nel nostro Paese, considerati solo una prassi per posti in realtà già assegnati.