Tempo di lettura: 2 minuti

"download-(1)"Dopo la pausa estiva riprende la preparazione del nostro Team in vista della Culinary World Cup che si svolgerà dal 22 al 26 novembre prossimo Lussemburgo.
Da lunedì 22 a oggi 24 settembre la Nazionale Italiana Cuochi si è riunita presso la splendida location di Villa Romanazzi Carducci a Bari, per un appuntamento straordinario: il gemellaggio con gli chef che hanno fatto grande il team della Svezia.
Si è trattato soprattutto di un importante momento formativo e scambio culturale e tecnico tra la scuola culinaria svedese, leader indiscussa alle ultime competizioni iridate e la Nazionale Italiana. A tenere un seminario specifico sulle tecniche di gelatinatura saranno l’ex capitano, Fredrik Björlin, attualmente capitano del Wacs Culinary Dream Team e Gert Klötzke ex team manager di quel favoloso gruppo, e attualmente team manager del Wacs Culinary Dream Team e alla guida dal Culinary Team della Finlandia.
Un incontro che inaugura una nuova stagione di confronto e di crescita con i grandi chef del mondo, fortemente voluta dal team manager Daniele Caldarulo e dal team coach Pierluca Ardito.“La Nazionale Italiana Cuochi – dichiara Daniele Caldarulo – ha bisogno di confrontarsi con quelle nazioni che hanno fatto, delle competizioni, il loro fiore all’occhiello. Questi team sono composti da chef che si dedicano professionalmente alle
competizioni, e sono quindi i migliori. Noi in questo senso abbiamo tanto da imparare, e soprattutto cercate di organizzare economicamente una squadra che possa dedicarsi solo alle competizioni e non, come avviene adesso, ritagliando tempo al lavoro e ai nostri affetti. Questa è la strada, lunga e carica di fatiche, ma necessaria per portare la nostra cucina nelle posizioni che tutto il mondo ci riconosce. Colgo qui l’occasione di ringraziare gli chef Voltolina e Sangiovanni, che per motivi lavorativi non potranno far parte della Nic 2014.”
La sessione di tecnica si concluderà stasera 24 settembre, con l’allenamento del programma caldo che gli azzurri terranno appositamente per ricevere l’importante feedback dai colleghi svedesi. I fortunati 110 ospiti potranno degustare il
menù di tre portate (starter, main course e dessert) con cui l’Italia competerà per la conquista della Coppa del Mondo.