Tempo di lettura: 1 minuto

"ophone"Se prima c’erano penne o carte da lettere profumate da inviare magari al proprio innamorato o alla propria innamorata, adesso nell’era della tecnologia si potrà fare altrettanto con le mail. Si, proprio così: è stato da poco attivato un dispositivo, denominato oPhone, per mezzo del quale si potranno mandare e-mail all’essenza di rosa, o di gelsomino, o di fiori d’arancio, o del proprio profumo preferito.

E’ notizia di questi giorni, infatti, la prima mail profumata che è stata mandata da Parigi a New York, precisamente nella sede dell’American Museum of Natural History di New York, dove David Edwards – ricercatore all’Università di Harvard, nonché il creatore dell’oPhone – ha ricevuto l’aroma di champagne e macarons inviatogli da due collaboratori situati a Le Laboratoire, un centro d’arte della capitale francese. Il profumo, in tal caso, gli è stato inviato come allegato durante una chat via Skype.

L’oPhone – che al momento è solo un prototipo, anche se la Vapor Communications, start up fondata da Edwards, ha lanciato una campagna di crowdfunding su IndieGogo – si basa su una tavolozza di 32 aromi, che possono essere mixati per formare oltre 30 mila profumi diversi. L’utente potrà fotografare l’oggetto di cui inviare il profumo e poi scegliere la miscela più adatta a rappresentarlo, che potrà essere annusata se anche il destinatario possiede lo stesso dispositivo.

I romantici e i cultori delle essenze profumate sono avvisati.