Tempo di lettura: 2 minuti

"negro"Alla vigilia della partenza per il Brasile – il 23 giugno si esibiranno a Natal a Casa azzurri – i Negramaro hanno presentato ieri sera a Porto Cesareo ai giornalisti il tour Un amore così grande 2014 che fra gli eventi musicali più attesi dell’estate. Al via il 5 luglio a Cattolica (Rimini) il tour si snoderà in dieci tappe, toccando anche la Svizzera, per concludersi il 26
luglio a Lecce allo Stadio Via del Mare.

Una tappa di chiusura fortemente voluta, come rimarcato dal leader del gruppo, Giuliano Sangiorgi: "Il Salento ci ha dato un’origine fantastica e un nome straordinario (il riferimento è al vitigno autoctono da cui ha origine il nome Negramaro ndr) ed era nostro desiderio da tempo esibirci in questo stadio, dedicare alla nostra città un concerto e più che mai a chiusura di un tour che si annuncia sold out. Il Via del Mare sarà per noi come Wimbledon".

"Stiamo preparando questa tappa – ha aggiunto – con particolare emozione. E’ ovvio che sarà diversa dalle altre, ci saranno delle sorprese su cui stiamo lavorando.
Quello che è sicuro che l’apertura sarà affidata a quattro gruppi salentini, tutti nostri amici". A conclusione del tour, la band poi si fermerà per un pò per poi incominciare a lavorare al nuovo disco. Alla conferenza stampa ha partecipato Guido Maria Ferilli, l’autore di Un amore così grande, già disco d’oro, col ricavato delle vendite devoluto in beneficenza.

"negro1""E’ salentino come noi – scherza Sangiorgi – ma lo abbiano scoperto solo da poco. Devo dire che quando Figc e Radio Italia ci hanno chiesto un inno per l’Italia pensavo di non averlo. Poi ad Ermanno è venuta l’idea di Questo amore così grande e ci è subito sembrata perfetta, con quel ritornello che era proprio quello che volevano auspicare all’Italia. Poi il fatto di aver girato il video nello stadio di Lecce ha fatto il resto, completando la nostra felicità".

Foto di Eleonora Gagliano Candela