Tempo di lettura: 2 minuti

"Malatesta9"
Un contesto di alto valore istituzionale come la firma del Gemellaggio tra la città di Bari e la città russa di Kostroma, ha offerto anche l’occasione a Tatiana Shumova, cittadina onoraria di Bari e responsabile della Direzione dei programmi Internazionali di Mosca, di annunciare, con un emozionante discorso, la nomina di Rocky Malatesta a rappresentante della sua organizzazione in Puglia, consegnandogli alla presenza del Sindaco di Bari, una pergamena riportante le motivazioni.

“A nome della Direzione dei Programmi Internazionali – recita il testo – esprimo i miei più profondi ringraziamenti al Direttore Generale del Cesvir(Centro Economia e Sviluppo Italo Russo) Rocky Malatesta per la pluriennale cooperazione e il grande contributo nello sviluppo sei rapporti culturali e turistici tra la Russia e l’Italia. Grazie al lavoro professionale e colmo di sacrifici dei collaboratori del Cesvir, sotto la guida di Rocky Malatesta, per l’organizzazione del Festival dell’Arte Russa a Bari e del Festival “Suggestioni di Puglia” a Mosca, gli eventi culturali negli ultimi otto anni hanno riscontrato grandi successi sia in Russia che in Italia. E in relazione alla proficua cooperazione nell’ambito dell’Anno incrociato del turismo Italo Russo si attesta che Rocky Malatesta rappresenta ufficialmente la Direzione dei programmi Internazionali in Puglia per le questioni culturali e turistiche”.

"Malatesta6"
Il dr. Malatesta, sinceramente commosso, ha espresso nei suo discorso un particolare ringraziamento al Sindaco Emiliano che nel marzo del 2007 gli conferì l’incarico di suo consigliere per i rapporti con la Russia. “Anche a seguito dell’impegno profuso in occasione della restituzione della Chiesa Russa di Bari al popolo russo – ha sottolineato Malatesta- e dei tanti eventi culturali, istituzionali e di matrice economica sviluppatisi con la promozione del territorio in Russia e l’organizzazione a Bari in questi anni di attività di incoming di centinaia di buyer russi in vari settori, possiamo dire senza timori di smentita che il bilancio di questi anni è estremamente positivo. Bari, con la presenza di San Nicola e la Puglia, rappresentano oramai mete felici sia per viaggi spirituali sia per scambi economici che per turismo. Ogni anno gli arrivi in Puglia hanno un incremento di circa il 50% attestando su oltre sessantamila le presenze dei russi.

Questo riconoscimento – per il quale ringrazio di cuore Tatiana Shumova – lo dedico alla mia famiglia e a tutti coloro che conducono insieme a me questi progetti straordinari, con passione, impegno e spirito di servizio. Lo considero un punto di partenza importante e non un traguardo. Stiamo lavorando per creare a Bari un sistema turistico qualificato per l’accoglienza dedicata al popolo russo e altri progetti che sempre più rendano la nostra città internazionale e moderna al fine di rendere il turismo una leva di sviluppo reale per l’economia cittadina e per l’intero territorio regionale”.