Tempo di lettura: 1 minuto

"brindisi_corfu7"
E’ stata presentata ieri la 29esima edizione della regata velica internazionale Brindisi-Corfù che si disputerà dall’11 al 13 giugno. Sono stati annunciati nuovi percorsi, anche per creare un circuito con altre due regate che si svolgono in Puglia, la Corfù-Otranto e la Est 105 Bari-Herceg Novi.

Come ogni anno, la Brindisi Corfù sosterrà anche alcuni progetti sociali connessi alla vela. La Regione Puglia, inoltre, ha selezionato quest’anno la regata tra i sette eventi sportivi più importanti cui è stato concesso un finanziamento. Otto le classi previste: la Orc A per i maxi, quindi le classi Orc da 1 a 5 per le imbarcazioni da regata-crociera e da crociera (queste ultime divise tra Holiday e Holiday Sprint), una classe per le imbarcazioni d’epoca e una per i multiscafi. La prima novità già comunicata nelle scorse settimane, è il percorso per i maxiyacht che seguiranno una rotta Brindisi-Tricase Porto, dove sarà collocata la boa di svincolo per fare rotta sull’isola greca e sulla linea di arrivo di Kassiopi. La seconda novità sul piano dei circuiti collegati, è la possibilità di partecipare alla regata di ritorno Corfù-Otranto, la "Regata degli 800 martiri" (in ricordo dell’assedio di Otranto da parte dei Turchi) che partirà da Kerkyra sabato 14 giugno.

Per il 2015, quando la Brindisi-Corfù raggiungerà il suo trentesimo anno, si punta a collegare al circuito anche la Est 105 Bari-Herceg Novi in collaborazione con il Cus Bari. Al Marina di Gouvia, a Corfù, la festa della premiazione la sera del 13 giugno.