Tempo di lettura: 2 minuti

"images"Nasce ‘Eventi dal sud barese’, la rassegna composta da dodici manifestazioni ideata e organizzata dal Gruppo di azione barese locale del Sud est barese, in programma da maggio a dicembre nei comuni di Acquaviva delle Fonti, Casamassima, Conversano, Mola di Bari, Noicattaro e Rutigliano. L’intento è mettere in rete tutte le principali feste e sagre del territorio, rafforzando maggiormente l’offerta turistica e l’azioni di promozione dei prodotti tipici oltre che del territorio stesso.
Presentata ieri, durante la conferenza stampa presso la Sala Giunta della Provincia di Bari, la manifestazione si propone di affiancare alle tradizionali esposizioni, degustazioni ed esibizioni musicali, attività didattiche e divulgative, spettacoli gastronomici, azioni di informazione e promozione. L’iniziativa è patrocinata dalla Provincia di Bari e da Puglia Events rientra nelle attività previste dal Piano di Sviluppo Locale del GAL finanziate dal FEASR (Fondo Europeo Agricolo per lo Sviluppo Rurale).
“Quest’anno -aspiega il Presidente del GAL, Pasquale Redavid– ci presentiamo in maniera diversa, proponendo un contenitore che ospiti tutti i territori del GAL. Stiamo cercando di promuovere da un lato le reti in ambito rurale, dall’altro di fare rete noi stessi con un lavoro di affiancamento e supporto a tutte le realtà del nostro comprensorio’’.
Eventi propri dei territori che li ospitano, ma anche manifestazioni in scena per la prima volta: dalla festa del grano a Rutigliano alla festa della ciliegia di Conversano, passando per il balcone fiorito di Casamassima alla festa della cipolla di Acquaviva, solo per citarne alcune.
Ad ogni evento sarà, poi, associato un G.E.A. LAB ‘Generare Energia in Agricoltura’un progetto nato con l’obiettivo di promuovere esperienze d’eccellenza dell’imprenditoria femminile nel settore agricolo attraverso workshop tematici.
‘’Molte saranno quindi le attività- aggiunge il Direttore tecnico Arcangelo Cirone– che da qui al 2015 vedranno coinvolto l’intero territorio. Dal progetto per gli itinerari ‘NaturalMente’ nel sud est barese, alle attività di approfondimento sui temi dello sviluppo rurale come la creazione di reti e la multifunzionalità. Tra le prossime attività –prosegue- le study visit nelle Marche e in Umbria per conoscere realtà dalle quali trarre spunto nella creazione di reti di imprese per il turismo rurale’’.
Da maggio a dicembre, il sud barese sarà dunque protagonista insieme ai comuni, ai produttori, ai giovani, agli imprenditori e a tutti coloro che vorranno fruire dei molti eventi organizzati.