Tempo di lettura: 2 minuti

"cibus77"
Eccellenze e tipicità italiane al passo coi tempi in vetrina da domani all’8 maggio al Cibus che presenta ai 10 mila operatori attesi da tutto il mondo produzioni della tradizione nazionale rinnovate nel formato e modalità di consumo. Nel 17/mo Salone internazionale dell’Alimentazione il Made in Italy agroalimentare punta infatti sull’innovazione per raggiungere quei consumatori che scelgono di portare a tavola qualità dell’alta gastronomia italiana, da Sua Maestà Culatello al Parmigiano, ma non hanno poi tempo per cucinare, preparare salse, mettersi ai fornelli proponendo innovazioni come il culatello monoporzione o il parmigiano che si spalma ed altro. E in tempi di crisi mettono anche al bando gli sprechi e i maxi formati.

Del resto circa un italiano su tre (37%), secondo l’indagine Doxa-Federalimentare che verrà illustrata domani in fiera, si dichiara più attento agli sprechi, e in ottica di attenzione al risparmio, il 17% ha ridotto le dosi. Arrivano così novità a misura di single, salutisti, e parsimoniosi. In particolare, una delle specialità più rinomate non solo del territorio parmense ma di tutto il paniere made in Italy è il culatello, che tuttavia può risultare impegnativo per il portafogli e il formato. Una soluzione può essere quella delle ‘pepite di culatello", cinque bocconcini presentati in un packaging che consente il consumo step by step, senza rischi di ossidazione.

Per i più pigri, e magari anche per i creativi ai fornelli, c’è il parmigiano da spalmare sul cucinato o semplicemente sul pane, mentre per la merenda dei bambini viene presentato un kit studiato dai nutrizionisti contenente uno snack di parmigiano, grissini e frullato. Nasce anche l’olio biologico in ‘bag in box’, la confezione con rubinetto che non fa ossidare l’oro verde, da tempo già utilizzata per il vino. Più facile anche una pausa pranzo salutista con le zuppe di verdura in bicchiere, dalla vellutata di carote al passato vegetale, uno ‘street food’ che può aiutare a superare la ‘prova costumè. Nel dolciario vengono proposte le ‘perle di caffe» da usare sul gelato, ma anche in cucina, mentre con le capsule si potrà fare anche il caffè americano, il ‘bibitonè sempre più diffuso in Italia. A tutto tondo diventa poi il mondo del dessert: i liquidi vengono trasformati in sfere, attraverso prodotti naturali, la cui struttura, liquida all’interno, si presta alla preparazione di dolci e cocktail molecolari. E per assicurarsi un buon sonno senza passare per la cucina c’è infine anche la camomilla a infusione diretta in acqua minerale.