Tempo di lettura: 2 minuti

"europa"
Claudia Cardinale, Marco Bellocchio, Enrico Vanzina, Carlo Verdone, Neri Parenti, Pio e Amedeo, Sydney Sibilla: sono solo alcuni dei nomi in cartellone per la 15esima edizione del Festival del cinema europeo in programma a Lecce dal 28 aprile al 3 maggio prossimi alla Multisala Massimo. La manifestazione è stata presentata questa mattina nel Museo storico di Lecce.

Diretta da Alberto La Monica e Cristina Soldano, la kermesse si aprirà con l’anteprima nazionale di ‘For those who can tell no tales’, emozionante viaggio nella memoria storica e nel dolore della regista di Sarajevo Jasmila Zbanic. E sarà sempre un anteprima a chiudere il Festival, ‘Alabama-Monroe-Una storia d’more del fiammingo Felix Van Groemingen, vincitore del premio Lux 2013 assegnato dal Parlamento Europeo e del Premio Cèsar come miglior film straniero.

Una edizione che vedrà Claudia Cardinale protagonista dell’indagine cinematografica che il Festival ogni anno dedica a figure centrali del cinema italiano. L’omaggio prevede una rassegna di dieci film scelti tra quelli che maggiormente ne hanno segnato la carriera, realizzata in collaborazione con il Centro sperimentale di cinematografia, e la mostra fotografica ‘Eccellenza italiana al femminilè curata da Antonella Felicioni, in collaborazione con l’archivio fotografico della Cineteca nazionale – Centro sperimentale di cinematografia.

Ancora una volta numerose le iniziative parallele alla sezione competitiva, con dieci lungometraggi in concorso per l’Ulivo d’Oro, spazi di approfondimento, omaggi a personaggi della cinematografia internazionale e italiana, una sezione sulla cinematografia di un Paese dell’area EuroMediterranea, la quinta edizione del premio Verdone e la seconda del Premio Emidio Greco. Tra le novità, tre appuntamenti inseriti all’interno del carcere di Lecce e gli Stati generali della commedia italiana con la presenza di alcuni dei suoi maggiori protagonisti.

In foto un momento della conferenza stampa di Lecce