Tempo di lettura: 4 minuti

"fanfarakreattiva7"
Anche quest’anno Radio Kreattiva è al fianco dei giovani studenti baresi. La web-radio scolastica antimafia, nata otto anni fa da un progetto dell’associazione di promozione sociale Kreattiva con il supporto dell’Agenzia per la lotta non repressiva alla criminalità organizzata del Comune, riparte dai suoi successi: da quei 3500 studenti e 200 docenti coinvolti nel corso degli anni; dalla crescita esponenziale di visitatori e ascoltatori sul sito www.radiokreattiva.net e sulle pagine Facebook (RADIOKREATTIVA BARI) e Twitter (Radio Kreattiva BARI); dai prestigiosi riconoscimenti ottenuti a livello nazionale e locale. Radio Kreattiva, seppur in versione ridotta, si riappropria del suo ruolo di primo piano nella formazione degli studenti baresi. Da fine marzo gli operatori sono già al lavoro nelle scuole secondarie di primo grado della città di Bari con più di 500 giovani studenti, divisi nelle 22 redazioni territoriali, con il convinto supporto di dirigenti scolastici, genitori e docenti. Anche quest’anno, a coronamento del percorso formativo, ci sarà la maratona radiofonica finale in uno spazio pubblico e simbolico della città di Bari (lo scorso anno è toccato al Parco Don Tonino Bello), alla quale parteciperanno tutte le scuole coinvolte: ragazzi e ragazze scenderanno in piazza per dare un volto alle loro voci, scambiarsi esperienze e confrontarsi con gli ospiti che si susseguiranno ai microfoni di Radio Kreattiva.

Novità: da quest’anno Radio Kreattiva può vantare anche la collaborazione dell’Università degli Studi di Bari (Dipartimento di Medicina Legale) che ha avviato una ricerca, di imminente pubblicazione, per verificare la validità del progetto Radio Kreattiva. Obiettivo: determinare i cambiamenti positivi negli studenti, per quanto riguarda la valutazione del fenomeno mafioso e la percezione delle istituzioni, dello Stato in generale e degli organi responsabili nel contrasto alla criminalità organizzata. Agli studenti coinvolti nel progetto durante l’anno scolastico 2011/2012, è stato chiesto di rispondere ad un questionario (sono circa 700 complessivamente) per verificare gli effettivi risultati prodotti dal lavoro sulle rappresentazioni mentali di legalità e devianza dei ragazzi. Si tratta di una pratica assolutamente innovativa per il terzo settore: uno strumento scientifico in grado di valutare, anche a livello empirico, l’efficacia del progetto Radio Kreattiva.

Dicono di noi:

"emiliano-e-ragazzi5"
Stefano Fumarulo
, responsabile, insieme ad Angelo Pansini, dell’Agenzia per la lotta non repressiva alla criminalità organizzata del Comune di Bari: “Radio Kreattiva rappresenta la dimostrazione di come l’impegno contro le mafie possa essere innovativo e coinvolgente. L’Agenzia nel 2005 lo individuò come progetto pilota. Oggi Radio Kreattiva è un pilastro delle attività portate avanti dal Comune di Bari. Impegno e continuità devono andare di pari passo se si vogliono raggiungere risultati nell’ambito della prevenzione sociale, ed impegno e continuità sono diventati due caratteristiche del rapporto tra l’Amministrazione Comunale e Radio Kreattiva. L’auspicio è che nei prossimi anni le ragazze ed i ragazzi baresi potranno continuare ad esser protagonisti grazie alla web-radio antimafia”.

Fabio Losito, assessore comunale alle Politiche educative e giovanili, pace e accoglienza: “Il progetto Radio Kreattiva negli ultimi cinque anni è riuscito a coinvolgere tutte le scuole secondarie di primo grado della città di Bari. L’idea di promuovere i temi della legalità e della lotta alla mafia attraverso il lavoro in rete e l’uso delle nuove tecnologie ha prodotto risultati tangibili sul piano della partecipazione attiva alle iniziative ed all’elaborazione di contenuti da condividere sul web. Oggi possiamo vantare una capillare presenza di redazioni che rappresentano un utile punto di riferimento per sviluppare tematiche di particolare rilevanza sociale e culturale”.

[Che cos’è Radio Kreattiva?

Un presidio di legalità sul territorio interamente nelle mani di piccoli giornalisti radiofonici. La prima web-radio antimafia interamente realizzata da ragazzi e ragazze baresi sotto la guida di giovani ma esperti operatori. Un percorso di formazione alla cultura della legalità che parte dall’attivazione di una redazione web radiofonica in ogni scuola media inferiore del Comune di Bari, nella quale studenti e studentesse di una classe indicata dal Dirigente Scolastico, producono trasmissioni radiofoniche tematiche, affrontando notizie di attualità e temi come ecomafia, beni confiscati, antimafia sociale, mafie internazionali, biografie di personaggi antimafia, mafia e donne. In questo modo utilizzano la web radio come strumento didattico, apprendono la base dei linguaggi del web e radiofonici, imparano a confrontarsi tra loro e con gli adulti, vengono orientati allo sviluppo di una coscienza critica e al rispetto delle leggi. Non c’è solo l’aula, però: i kreattivi, divisi in redazioni di quartiere, danno voce alla comunità, realizzano mini-reportage e rubriche radiofoniche, scoprono i beni confiscati alle mafie (sono state le 30 le visite guidate in questi anni, gestite da Kreattiva e Arci Bari). I materiali realizzati confluiscono poi sul sito radiokreattiva.net e vanno a comporre così il palinsesto generale della web-radio.]

I successi – Il progetto Radio Kreattiva è stato insignito nel 2011 del "Premio Libero Grassi" per la miglior sceneggiatura di uno spot radiofonico antiusura e del "Premio Tom Benetollo" della Provincia di Roma per la best practice sulla legalità dei comuni italiani virtuosi mentre il presidente dell’associazione Kreattiva Paolo Lattanzio si è aggiudicato nel 2013 il Premio Internazionale "Memorial Rosario Livatino /Antonino Saetta", per la costanza nell’impegno antimafia profusa da Radio Kreattiva. Alla luce dei risultati conseguiti e della massiccia presenza e partecipazione sui social network, con le proprie trasmissioni, materiali multimediali e notizie sempre aggiornate sul fronte dell’antimafia, Kreattiva è diventata membro attivo di "Libera. Associazioni, nomi e numeri contro le mafie" di Don Luigi Ciotti e ha partecipato, in qualità di media partner ufficiale, per tre anni consecutivi alla Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime delle mafie.

Oltre al supporto delle istituzioni, Radio Kreattiva gode dell’appoggio dei tanti artisti e  intellettuali, protagonisti dell’antimafia e parenti di vittime incontrati sulla sua strada da Rita Borsellino a Giancarlo Caselli, da Pietro Grasso a Giovanni Impastato, da don Luigi Ciotti a Pinuccio e Lella Fazio, e poi Caparezza, Roy Paci, Lucio Dalla, Daniele Silvestri e tanti altri.

I contenuti prodotti dalle redazioni territoriali sono disponibili 24 ore su 24 sul sito www.radiokreattiva.net, in podcasting e scaricabili e in contemporanea sulla pagina facebook RADIOKREATTIVA BARI, una sorta di diario di bordo del lavoro svolto dove i ragazzi commentano e condividono le proprie impressioni e curiosità.

Per info ulteriori consultare il sito www.radiokreattiva.net e la pagina facebook RADIOKREATTIVA BARI.