Tempo di lettura: 2 minuti

Emergendo da una generazione radicata nella conformità, lui era un ribelle, un poeta testardo, antiautoritario, profondamente romantico, e senza dubbio in anticipo sui tempi. Avendo trasformato in splendide canzoni la propria confusione, e la cronaca della sua intensa vita, Marvin Gaye continua ad appassionare!

L’Evento Marvin Gaye Celebrate, è la risposta italiana sottoforma di concerto commemorativo per i trent’ anni dalla scomparsa in onore a uno fra i più grandi, innovativi e controversi personaggi facenti parte del mondo della musica di importanza internazionale.
Infatti l’1 Aprile 2014 vi è l’anniversario della morte di Marvin Gaye avvenuta nel 1984 per mano del padre che lo freddo’ brutalmente.
In tutto il mondo viene celebrato con numerosi concerti, festival e meeting questa giornata particolare che in ambito musicale e sociale ha un’ impatto importante in quanto Marvin Gaye con la sua vita dedita alla musica dell’anima (per l’appunto Soul) portò all’ attenzione musicale e sociale un pubblico sempre più vasto e incoraggiando la gente sottomessa soprattutto la gente afro –americana (storicamente resa schiava dall’uomo bianco) , che versava in condizioni sociali marginate, ad andare avanti e non fermarsi mai per nessun motivo ma alzare la testa e portare in alto la bandiera della parità dei diritti. Proprio in What’s Going On (uno dei più grandi successi di Marvin) vengono descritte le brutalità accadute nella guerra del Vietnam e temi che trattano appunto il rispetto assoluto per la gente, indipendentemente dal colore della pelle. In Mercy, Mercy , Me addirittura vengono predetti disastri ecologici che Marvin Gaye descrisse quasi 40 anni prima e che oggi sono argomenti di attualità, una sorta di risposta della natura che causa l’uomo per l’abuso di inquinanti in tutto il pianeta… Ma Marvin oltre ad essere stato molto impegnato nel sociale, in realtà finì spesso e volentieri sulle riviste scandalistiche dell’epoca per la sua condotta di vita non proprio esemplare, infatti i numerosi flirt con molte donne, il fisco che gli stava costantemente sul capo (lui decise ad un certo punto di non pagare più le tasse perché come cittadino americano lo Stato non faceva nulla per tutelare se e la popolazione afro – americana), e il suo carattere notoriamente lunatico che causava spesso molte tensioni con i suoi produttori condussero lo stesso Marvin a vivere in modo sdregolato, da molti fu considerato il John Lennon della Black Music.
Questa sua vita burrascosa la ritroviamo in alcuni brani che compose che divennero successi internazionali come Sexual Healing, Let’s Get It On, Inner City Blues, I Head To the Grapevine, e spesso fu ed è tutt’ora fra gli artisti più idolatrato di tutti i tempi.
Il motivo di questo concerto celebrativo è per l’appunto un modo come un altro per ringraziare e omaggiare decentemente un’artista che per la musica, per gli impegni sociali e per il fascino interpretativo innato che induceva in ogni concerto, è e sarà sempre irraggiungibile.

Un cast d’eccezione per un’evento eccezionale:

Savio Vurchio – Voce
Fabio Lepore – Voce
Elio Arcieri – Voce
Maria Enrica Lotesoriere – Voce

Nico Buonsante – Basso Elettrico
Pippo Lombardo – Piano e Synth
Gianluca Cardellicchio – Chitarra
Liviana Ferri – Percussioni
Mimmo Scialpi – Batteria

Bruno Tassone – Sax
Donny Balice – Tromba
Vito Scavo – Trombone

Presenterà la serata – Sabrina Morea.
Tecnico Audio – Tullio Ciriello
Direzione artistica e ideazione – Nico Buonsante

A seguire Jam Session su What’s Going On!

L’evento è in collaborazione con:

Frequenza Libera Web Radio; Kirò; My Style Parrucchieri; Di Palma Sport; Bohémien Jazz Cafè.

Info e Prenotazioni al: 3292497369 – 3476688188