Tempo di lettura: 4 minuti

"Daniel-Cohen99"Giovedì 20 febbraio alle 21.00 al Teatro Petruzzelli è in cartellone Quadri di un’esposizione, secondo appuntamento della Stagione Sinfonica 2014.

Dirigerà l’Orchestra della Fondazione Petruzzelli il maestro Daniel Cohen.

In programma: Vorspiel und Liebestod da Tristan und Isolde di Richard Wagner, la prima italiana di Kamakala di Giacinto Scelsi, Première Rhapsodie per clarinetto e orchestra L 124 di Claude Debussy (solista Michele Naglieri), Quadri di un’esposizione, suite per orchestra di Modest Musorgskij, con orchestrazione di Maurice Ravel.

Biglietti in vendita al botteghino del Teatro Petruzzelli e on line su www.bookingshow.it.

Informazioni: 080.975.28.40.

Daniel Cohen, direttore

Astro nascente nel panorama operistico e sinfonico internazionale, Daniel Cohen ha diretto la Luzerner Sinfonieorchester, la Israel Philharmonic Orchestra, l’Orchestre National de Montpellier, l’Orchestra ed il Coro del Teatro Lirico di Cagliari.

Nella scorsa stagione ha debuttato con l’Orchestra del Teatro Petruzzelli, l’Orchestra dell’Arena di Verona, ha diretto al Festival della Valle d’Itria di Martina Franca ed al Maggio Musicale Fiorentino.

Ha partecipato al Gustavo Dudamel Fellowship Program e condotto la Los Angeles Philarmonic. Nella stagione in corso ha diretto la Jerusalem Symphony Orchestra, la Symphony Orchestra of NorrlandsOperan, la Transylvanian Philharmonic e la Young Israeli Philharmonic.

È stato impegnato con la Kammerphilharmonie Graz, la Oxford Philomusica, la European Union Chamber Orchestra, la Jerusalem Symphony Orchestra.

Appassionato direttore d’opera, nella scorsa stagione ha debuttato ne La clemenza di Tito di C. Alden con la Canadian Opera Company.

Ha diretto Maria di Venosa di F. d’Avalos al Festival della Valle d’Itria.

Collabora regolarmente con la New Israeli Opera, dove ha diretto Pique Dame di Tchaikovsky, Lady Macbeth di Mtsensk di Shostakovich, La traviata di Verdi.

Nella scorsa stagione ha diretto Wozzeck di Berg e Otello di Verdi e nella stagione in corso Rigoletto. Ha diretto le produzioni Israeli Opera Studio: La Cenerentola di Rossini e Le nozze di Figaro di Mozart.

La musica contemporanea è rilevante nel suo repertorio e per due stagioni consecutive ha partecipato al Lucerne Festival Academy’s Composer Project.

Al Lucerne Festival della stagione in corso dirigerà una nuova opera di Benjamin Attahir, condividendo il podio con P. Heras–Casado.

Attualmente è assistente direttore di Daniel Baremboim nella West-Eastern Divan Orchestra, con cui ha collaborato alla realizzazione di un ciclo di sinfonie di Beethoven e di importanti opere di Schoenberg e Boulez.

Direttore musicale della Jersey Chamber Orchestra, ha collaborato con N. Benedetti, Sir J. Galway, N. Clein, M. Collins, A. Balsom ed E. Watts. Recentemente, ha diretto l’orchestra in Ein deutsches Requiem di Brahms al Jersey Liberation Festival.

È direttore musicale della Eden Sinfonia di Londra, con cui ha debuttato alla Queen Elizabeth Hall.

È direttore artistico del Gropius Ensemble, specializzato nella creazione di nuovi generi che attingono alla musica, al teatro ed alla danza, in collaborazione con l’attore Itay Tiran.

Nel 2010 è stato nominato “Permanent Guest conductor” della Israel Chamber Orchestra.

Sostenuto nei suoi studi dalla America-Israel Cultural Foundation, si è laureato in direzione d’orchestra alla Royal Accademy of Music di Londra, classificandosi primo nei concorsi Admont International Conducting Competition e Aviv Competition.

 

Michele Naglieri, clarinetto

Classe 1979, nato nella provincia di Milano, si è laureato in clarinetto con il massimo dei voti e lode al conservatorio di Lugano. Vincitore di vari concorsi internazionali tra cui il Concorso Galbiati per due anni consecutivi ed il Beltrami, entrambi indetti dal Conservatorio di Milano, il primo premio assoluto al concorso Città di Grosseto, il primo premio al concorso Mercadante di Noci, il secondo premio al concorso internazionale Città di Chieri.

Ha superato le audizioni per l’ Orchestra dell’Arena di Verona, l’Orchestra Regionale della Toscana e del Teatro alla Scala. Vincitore del concorso per il posto di primo clarinetto al Teatro Petruzzelli di Bari.

Dal 2000 al 2004 è stato primo clarinetto dell’Orchestra Filarmonica del Conservatorio di Milano, suonando con la direzione dei maestri G. Gelmetti, R. Rizzi Brignoli, G. Khun.

Dal 2000 suona come primo clarinetto nell’orchestra Milano Classica e collabora con le orchestre de I Pomeriggi musicali, Spira Mirabilis, I solisti di Pavia, Orchestra Maderna di Forlì, Orchestra da Camera di Mantova, Orchestra Regionale della Toscana, Orchestra Haydn di Bolzano e Philarmonie de nationen in Austria. Primo clarinetto nell’Orchestra dell’Università Statale di Milano e di ClassicaViva di Milano.

Dal  2003 è primo clarinetto nell’Orchestra Internazionale d’Italia, con la quale ha suonato opere, sinfonie, galà lirico sinfonici, anche in qualità di solista, nei più importanti teatri asiatici.

Si è esibito in Canada, Spagna e Grecia.

Ha suonato con solisti noti come E. Dindo, L. Zilberstein, V. Mullova, K. Blacher, A. Lonquich.

Ha inciso per la casa discografica Stradivarius, interpretando la Seconda sonata in mi bemolle maggiore op.120 per clarinetto e pianoforte di J. Brahms e Prélude à l’aprés-midi d’un faune di C. Debussy.

Per Wide Classique ha inciso i Quintetti per pianoforte e fiati di Mozart e Beethoven, per Dynamic una dozzina di opere con l’Orchestra Internazionale d’Italia, al Festival della Valle d’Itria di Martinafranca.