Tempo di lettura: 1 minuto

"Eataly"
"Vogliamo molto bene al Salento. Ci siamo gemellati con ‘La Notte della Taranta’ con cui nasce una collaborazione nel segno di una vera amicizia. La musica popolare del Salento ci ha allietati prima a New York, ora a Bari. Questo gemellaggio ci condurrà al Concertone del 24 agosto a Melpignano".
Così Oscar Farinetti, il guru della gastronomia italiana, ha annunciato al pubblico pugliese la collaborazione tra Eataly e la Fondazione "La Notte della Taranta".
Lo ha fatto ieri sera durante l’inaugurazione del centro Eataly ospitato nella storica sede della Fiera del Levante di Bari, tra cibi di alta qualità e il mare Adriatico. Ed è bastato il ritmo dei tamburelli dell’Orchestra Popolare "La Notte della Taranta" a conquistare l’"Oscar" della gastronomia.
Il presidente di Eataly Farinetti si è infatti lasciato sedurre dalla pizzica danzando con Laura Boccadamo nella ronda che i musicisti Roberto Gemma, Massimiliano De Marco, Carlo "Canaglia" De Pascali e i cantori Alessia Tondo e Antonio Amato hanno formato tra i gastronauti.

"eatitaly"Un percorso quello di Eataly e "La Notte della Taranta" che porterà ad un confronto sulla valorizzazione del patrimonio enogastronomico salentino, con lo scopo di costruire nuovi scenari di sviluppo nel rispetto di un codice etico dell’intera filiera. Prossima tappa del viaggio, appena cominciato, il 23 e 24 agosto a Melpignano, quando sarà ufficializzato il progetto di partenariato tra Eataly e Fondazione "La Notte della Taranta".

Foto di Vito Signorile