Tempo di lettura: 2 minuti

"pio
Due tornado di sfrontatezza che nel giro di pochi mesi sono riusciti ad imporsi nell’ultima stagione delle Iene (la rubrica Ultras dei Vip fa furore anche sulla Rete), adesso si preparano a debuttare in un film "perchè – scherzano – noi siamo la morte del cinema"’. Pio e Amedeo, all’anagrafe Pio D’Antini e Amedeo Grieco, arriveranno nel 2014 sul grande schermo in un produzione Taodue per Medusa nella commedia Quasi quasi amici, titolo che ricorda il campione d’incassi con Francois Cluzet e Omar Sy, Quasi amici, ma che "ovviamente non è un remake".

Pietro Valsecchi, produttore del prossimo film di Checco Zalone, Sole a catinelle (in sala dal 30 ottobre in 800 copie) e che ha lanciato e imposto al cinema anche I Soliti Idioti, ovvero Fabrizio Biggio e Francesco Mandelli, ha deciso per la prossima stagione di puntare sulle due Iene. Pio e Amedeo sono anche autori della sceneggiatura, a margine della presentazione dei nuovi progetti Taodue al Maxxi nei giorni scorsi, dove eravamo presenti anche noi di LSDmagazine hanno spiegato: "Stiamo ultimando la scrittura. Il film racconta la storia di un’amicizia, che è un pò la nostra storia: non è una pellicola autobiografica, ma ci siamo ispirati molto. Siamo nati a Foggia nello stesso reparto maternità a cinque giorni di distanza, ma lo abbiamo scoperto solo recentemente, evidentemente era destino. E se se noi siamo la morte del cinema, va riconosciuto a Valsecchi il coraggio di averci preso prima ancora che ci fosse il film. Non possiamo anticipare nulla della storia, ma sarà sicuramente insolita rispetto a quello che si vede in giro e non avrà nulla a che vedere con le Iene naturalmente".

"Nella prima parte – hanno rivelato – il film sarà ambientato a Foggia, poi si svilupperà come un road movie: due amici inseparabili del paese garganico decidono di partire dopo uno scandalo. La fidanzata di Pio finisce su internet con un video hard, la gente del posto non fa che parlarne, stanco di queste pressioni Pio lascia il paese insieme al suo fedele amico Amedeo, che lo aiuterà a ripulire la sua immagine".

Prima della fortunata esperienza alle Iene, iniziata con la rubrica Chiunque può, i due sono apparsi in tv partendo dalle reti locali. Da Telefoggia a Telenorba, da Rai2 con Stiamo tutti bene e Base luna fino ad Italia 1. Adesso è il tempo del grande schermo. Entrambi 30 anni, entrambi nati nella stessa città a soli cinque giorni di distanza "in un bollente agosto, il mese dei fichi d’altronde, il mese delle angurie gelate mangiate sulla spiaggia con i noccioli che scivolano sui gomiti… insomma… era il 1983, rispettivamente Pio il 25 e Amedeo il 20, a Foggia, la Miami del sud, dove siamo stati due giorni nella stessa stanza del reparto maternità: anche se questa storia può sembrare finta, abbiamo le prove per dimostrare il contrario. Le nostre strade si si sono divise, poi ci siamo ritrovati a dodici anni, ormai coscienti, quando, dopo esserci guardati negli occhi, abbiamo capito subito qualcosa. Ma tutt’ora non ricordiamo cosa… Dopo qualche anno inizia la nostra avventura, anni e anni di cazzeggi".

Le riprese di Quasi quasi amici inizieranno "speriamo presto, entro settembre, massimo ottobre, per essere pronti per l’inizio del 2014. Dobbiamo correre, correre, ma siamo felici".