Tempo di lettura: 3 minuti

"MyAbbandonare la superficialità, imparare a focalizzare l’attenzione sull’essenziale e cogliere il particolare per lasciare spazio alla riflessione.

Questo l’obietto del progetto artistico-culturale “My Perception. L’arte nei cinque sensi” nato da un’idea di Nico Caradonna, titolare dall’azienda “Ottica Caradonna” sita nel pieno centro di Modugno (Ba), e patrocinato dell’Accademia delle Belle Arti di Bari, con l’intento di affinare i sensi catturando la percettibilità della bellezza.

Si tratta, infatti, di un viaggio nei cinque sensi alla scoperta dell’arte come oggetto unico della percezione visiva del fruitore.

Ben sei eventi artistici si alterneranno da giugno 2013 a settembre 2014 tra Bari e Modugno, mostre interamente legate al senso della vista, per 15 mesi, unico filtro per ciò che si può toccare, gustare, odorare e sentire.

L’arte osservata rimanderà al pensiero feedback percettivi di tipo tattile, gustativo, olfattivo e uditivo.

Si parte sabato 29 giugno alle 20 con l’EXPOSITIONE ONE: EYE VISION spazio “Ottica Caradonna” Corso Vittorio Emanuele, 67 – 70026 Modugno (Ba).

L’intero progetto, a cura della giornalista Stefania Ferrante, con la collaborazione di JCOMITALIA. web-comunicazione-marketing di Marco Guaragnella – graphic designer Roberta Dibenedetto -sarà presentato ufficialmente mercoledì 5 giugno, alle 19 nella rubrica radiofonica PUBBLIKAonAIR su Radio Sound City – www.radiosoundcity.it – media partner ufficiale dell’evento insieme alla rivista d’arte “Enkomion” e “Il sito dell’arte”.

Ospiti della puntata, condotta da Laura Migliaccio ed Alessio Virno in regia, saranno: Nico Caradonna ideatore dell’ iniziativa, il direttore dell’Accademia delle Belle Arti di Bari prof. Giuseppe Sylos Labini, il prof. Luigi Mastromauro curatore della mostra EYE VISION ed i ragazzi dell’accademia che esporranno durante questo primo evento.

Con il patrocinio della Provincia di Bari e del Comune di Modugno “My perception.L’arte nei cinque sensi” nasce in un’ottica orientata interamente alla promozione di un messaggio sociale esteso a tutto il Territorio.

Partendo dalla fruizione dell’arte, ci si allena a cogliere le sfumature più intense e nascoste dell’oggetto, reinterpretandolo attraverso un vero e proprio training sulle capacità sensoriali modulate dal pensiero. Perfezionare queste significa aprirsi al mondo in maniera del tutto nuova orientata alla ricerca ed alla scoperta.