Tempo di lettura: 2 minuti

"Radio
Il parco della legalità. Oggi il Parco Don Tonino Bello di Bari si è trasformato in una piazza di libertà, gioia, condivisione. Tutti uniti nel segno della lotta ad ogni tipo di mafie: in primis, i più di 600 studenti delle 23 scuole medie baresi che hanno presentato molte delle attività svolte all’interno di Radio Kreattiva, la prima web radio antimafia italiana, affrontando col sorriso temi come ecomafie, beni confiscati e le vite dei simboli dell’antimafia. Poi i tanti ospiti, istituzionali e non, che si sono avvicendati ai microfoni della radio nel corso della lunga (dalle 9 alle 17) maratona iniziata con l’intervento telefonico del procuratore Capo della Repubblica di Torino Gian Carlo Caselli, che ha risposto alle domande dei giovani speaker commentando l’invio a Bari di quasi 150 uomini delle forze dell’ordine, in risposta all’agguato dello scorso 19 maggio nel capoluogo pugliese. ”Una presenza di polizia, di vigili urbani cosiddetti di prossimità, più vicini ai cittadini, e’ una cosa buona – ha spiegato – ma per la grande criminalità, è necessaria la polizia investigativa, l’intelligence, le indagini di carattere patrimoniale, le attività che possono rescindere i torbidi legami con pezzi della politica”.
Si sono susseguite nel corso della giornata presenze dal forte carattere antimafia come quelle di Alessandro Cobianchi di Libera Puglia che ha parlato di “risposta di popolo ai recenti fatti di sangue” e del testimonial di Radio Kreattiva 2013, Roy Paci: “Sono qui – ha detto il musicista salentino acquisito – perché l’impegno antimafia mi ha accompagnato da quando ero bambino, ho avuto varie volte occasione di conoscere il fenomeno da vicino e credo che questi ragazzi siano il futuro della lotta alla criminalità, un processo lento in cui bisogna credere fermamente”. Altri ospiti sono stati il sostituto procuratore della Repubblica di Bari, Giuseppe Dentamaro, la band barese U’Papun ma soprattutto il sindaco di Bari Michele Emiliano, ospite fisso della maratona finale di Radio Kreattiva (progetto dell’associazione culturale Kreattiva e dell’Agenzia per la lotta non repressiva alla criminalità organizzata del Comune di Bari) che ha commentato: “Voglio ringraziare i 600 studenti che grazie a questo mezzo imparano a vincere le proprie paure, a conoscere, a farsi ascoltare, a creare autostima e a capire che nella vita nulla è impossibile se ci si impegna, i 600 kreattivi sono portatori naturali del messaggio opposto a quello delle mafie. Oggi le nostre ragazze ed i nostri ragazzi stanno svelando il bluff della mafia e di chi cerca scorciatoie. Il loro impegno rende tutta la città più forte, tocca a noi non lasciarli soli e vivere insieme tutti gli spazi”. A completare la giornata i tanti interventi (dal vivo o telefonici) di esponenti dell’antimafia come Lirio Abbate e Pino Maniaci e di parenti di vittime di mafia come Tilde Montinaro e Daniela Marcone.