Tempo di lettura: 1 minuto

"Charles
Sarà Charles Landry ad aprire giovedì, 4 aprile, alle 17.30, a Palazzo Lanfranchi di Matera, il terzo e ultimo simposio per la stesura del Piano di gestione del sito Unesco "Sassi e il Parco delle chiese rupestri di Matera" che avrà come tema "Evoluzione e futuro".

Charles Landry è l’ispiratore del movimento globale, per la rinascita degli spazi urbani, della città creativa, secondo un’espressione da lui coniata nei tardi anni ’80 e fonte d’ispirazione del suo testo ‘The Creative City: A Toolkit for urban innovators’. Il movimento si basa sul concetto di "infrastruttura creativa" della città, connubio tra hardware o componente fisica, e software o componente immateriale. Con l’obiettivo di suscitare quel coinvolgimento psicologico che è "l’elemento base per promuovere la creatività" e realizzare il potenziale nascosto in ogni città. Landry collabora da "amico critico" con spazi urbani di tutto il mondo e ha saputo aggiornare le sue teorie al passo con i tempi, elaborando da ultimo un nuovo Indice della Città Creativa.

Landry terrà una discussione con Paolo Verri, direttore del comitato Matera 2019, e Franco Bianchini, componente del comitato scientifico Matera 2019. L’incontro è finalizzato a creare un collegamento tra la metodologia ed i contenuti scaturiti dai Simposi con la definizione più generale di una strategia creativa per Matera.