Tempo di lettura: 2 minuti

"Oolivoo""Oolivoo celebra la Puglia, per il momento a casa nostra, tra poco in Italia, presto nel mondo". Parola di Albano Carrisi che ha inaugurato a Taranto in piazza Ebalia 4/d il terzo ristorante della catena nata due anni e mezzo fa. I primi due locali a Bari, la prossima apertura già in calendario a Milano. "Poi sarà la volta della Russia, San Pietroburgo e Mosca, e da lì si volerà in Cina sempre con la stessa squadra, perché quando hai con te la gente giusta puoi fare le cose giuste" ha continuato il cantante di Cellino San Marco che è presente nella società con una piccola quota. "Loro si occupano dei cibi, alle bevande ci penso io" ha dichiarato con orgoglio l’artista al momento del taglio del nastro, ricordando che la parte del leone nella carta dei vini la fa la produzione vinicola della tenuta Carrisi.

Un’avventura quella di Oolivoo che, sfidando la crisi, offre alla clientela, insieme a luoghi accoglienti lontani dai canoni classici del ristorante, una cucina tradizionale fatta non solo di prodotti tipici di alta qualità, ma preparati recuperando anche quell’antica manualità in cucina che spesso fa la differenza. Antipasti freddi e caldi, pizza "alla barese", primi e secondi piatti, dolci, per una linea gastronomica, curata dallo chef Antonio Lisco, che recupera sapori ed odori dalla Daunia al Salento.

Il tutto rigorosamente pugliese: dalla compagine sociale allo staff organizzativo fino al personale che curerà il servizio del ristorante, ben 14 unità. Una curiosità: il ristorante di Taranto, ideato dal designer d’interni Ilario Branca, è stato realizzato rispettando quasi totalmente l’ecosostenibilità sia dal punto di vista dei materiali utilizzati, quasi tutti riciclabili, sia per quanto attiene ai costi di trasporto.

Oolivoo Taranto
Piazza Ebalia 7/d – Taranto
Tel. 099/4595797