Tempo di lettura: 2 minuti

"LeLe vacanze intelligenti, quelle di Alberto Sordi e Anna Longhi malcapitati fruttivendoli romani in vista alla Biennale di Venezia nel memorabile episodio del film Dove vai in vacanza?, sono l’ispirazione che guida la seconda edizione della rassegna estiva proposta da l’Apulia Film Commission nella sala dell’ABC di Bari. Una citazione che guarda con ironia a quell’intellettualismo, spocchioso e controproducente, che spesso avvolge la così detta “alta cultura”, trasformandola in una tortura dedicata a pochi. È invece concepito come una boccata d’ossigeno cinematografico, in un rifugio climatizzato e a un passo dal mare, il percorso che accompagna la città di Bari nei mesi estivi, ogni sera a partire dal 3 luglio fino al 9 agosto. 28 i film in cartellone scelti dal direttore Angelo Ceglie, per cinque sezioni in tutto. “L’uomo in più”, il martedì, riunisce biopic d’autore regalandoci ritratti memorabili come Bacon visto da John Maybury o il Burroughs di David Cronenberg. Il mercoledì “Variazioni sul nero” è dedicato alle diverse declinazione del noir, dall’inclinazione grotesque e divertentissima dello spagnolo Crimen Perfecto alle citazioni hitchcockiane di Brian De Palma in Femme Fatale. “Il futuro è ora” ci fa rivedere profezie cinematografiche su un futuro non troppo lontano dalla realtà attuale. “1992” , il venerdì, getta uno sguardo sulle più interessanti produzioni nate, appunto, nel ’92 spaziando dalla Cina di Zhang Yimou alla periferia italiana di Mazzacurati. “Let England Shake” il sabato e la domenica è invece rivolto al cinema britannico, proponendo pellicole meno note di grandi registi. (il lunedì riposo, info su www.dautore.apuliafilmcommission.it).
Un viaggio in cinque percorsi che attraversa trent’anni di cinema dando occasione al pubblico di scoprire o rivedere pellicole rare o che hanno avuto nel tempo una scarsa distribuzione, ma anche un’opportunità per rileggere attraverso il cinema il proprio passato e per soffermarsi sulla vita dei film, sul mutare del loro rapporto con lo spettatore e con le diverse epoche.
La rassegna rientra nel progetto D’Autore della Film Commission pugliese ed è possibile grazie all’accordo stilato con la Cineteca Lucana, custode del preziosissimo archivio scrupolosamente preservato a Oppido lucano da Gaetano Martino. La Cineteca lucana rappresenta un unicum nel Sud Italia e un caso unico rappresenta a livello nazionale la convenzione che AFC ha con questa siglato, “nata con l’obiettivo primario di valorizzare, salvaguardare e condividere con il pubblico pugliese un giacimento di opere filmiche davvero mastodontico”, come spiega la Presidente di AFC Antonella Gaeta.
Grazie all’accordo infatti le venti sale del Circuito D’Autore, sparse su tutto il territorio regionale, potranno organizzare con gli esercenti rassegne incentrate sulla riproposizione di lungometraggi che hanno segnato la storia del cinema mondiale. “Obiettivo” – spiega Ceglie – “è quello di realizzare in tutte le piazze del Circuito quanto si sta facendo adesso a Bari, tanto d’estate quanto nelle altre stagioni”.